DeAWM si ristruttura, ma il rating non cambia

Gli analisti di Morningstar confermano il giudizio neutrale per la società del gruppo Deutsche Bank, dopo l’ingresso di Price (ex BlackRock).

Natalia Wolfstetter 26/10/2015 | 16:43

E’ di nuovo tempo di ristrutturazione per la divisione di risparmio gestito e wealth management di Deutsche Bank (DeAWM), istituita soltanto tre anni fa.

Il gruppo ha assunto Quintin Price, che in precedenza è stato membro del comitato esecutivo globale e responsabile delle strategie alfa di BlackRock, con il compito di gestire la neonata divisione Deutsche asset management. Siamo convinti che la nuova unità beneficerà delle competenze ed esperienze di Price e che quest’ultimo saprà affrontare la “convivenza” con l’altro ramo del risparmio gestito (DeAWM), le cui dimensioni sono ben maggiori. La sua nomina può significare anche un maggiore impegno verso la gestione attiva da parte del gruppo tedesco: a BlackRock, Price era incaricato di rilanciare i fondi actively managed, con l’assunzione di nuovi manager e la riorganizzazione dei team.

I risultati del suo operato si sono visti soprattutto nella gamma obbligazionaria. Secondo l’ultima trimestrale di BlackRock (al 30 settembre 2015), il 90% dei fondi attivi specializzati sul reddito fisso e soggetti a tassazione ha battuto l’indice di riferimento o le medie di categoria negli ultimi tre e cinque anni. Tra quelli non sottoposti ad imposta, la percentuale sui due orizzonti temporali è rispettivamente del 61 e 75%. Per quanto riguarda gli azionari attivi, il dato a un anno è buono (80%), mentre lo sono meno quelli nel triennio e quinquennio (58 e 56%). In ogni caso, questi numeri mostrano un miglioramento rispetto al passato: a fine settembre 2012, riuscivano a sovraperformare a un anno solo il 37% (38 e 50% negli altri due periodi esaminati).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Natalia Wolfstetter  ist Director Fund Analysis bei Morningstar

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies