Ritorno al rendimento per le Tlc europee

Dopo diversi anni di tagli ai dividendi delle società di telecomunicazioni del Vecchio continente, ora gli analisti di Morningstar si aspettano un aumento degli yield.

Allan C. Nichols 01/10/2014 | 14:57
Facebook Twitter LinkedIn

Tradizionalmente il settore telecom è sempre stato considerato difensivo, con dividendi solidi che raramente sono stati tagliati. Questo è stato vero in molte regioni durante la recente recessione globale. Tranne che in Europa. Dopo parecchi anni difficili e tagli di dividendi per più di metà delle aziende che copriamo, pensiamo che ora il settore si stia stabilizzando. Non ci attendiamo un ritorno ai giorni di costante crescita dei guadagni e dei margini, ma ci aspettiamo più aumenti dei dividendi che tagli.

Il settore delle Tlc richiede l’utilizzo di forti capitali per costruire e mantenere il network. Negli ultimi anni diversi operatori del settore hanno dovuto attingere a piene mani dai bilanci per far fronte a queste voci di spesa. Per questo sono stati costretti a tagliare le cedole e a cedere alcuni asset . Ma, mentre alcune operazioni hanno avuto senso e sono state portate a casa con buoni guadagni (come la cessione di Verizon Wireless da parte di Vodafone), altre hanno fatto nascere diverse perplessità. La scelta di Telefonica di ridurre la presenza nelle attività in Germania e America latina è stata spinta dal bisogno di diminuire una parte dei debiti. L’uscita di Tele2 dalla Russia è stata fatta incassando poco e, secondo noi, è dovuta più a motivazioni politiche che non a esigenze finanziarie.

A seguito delle attività di fusione e acquisizione, il rapporto medio fra debito ed Ebitda oggi è di circa 1,9 volte contro un massimo storico di 2,6. Con l’aumento dei flussi di cassa e la fine del ciclo di investimenti, la situazione debitoria delle società di telecom è destinata a migliorare. Ci sono delle eccezioni. Il rapporto debito/ebitda di Vodafone, ad esempio, entro la fine dell’esercizio fiscale 2016 dovrebbe superare la media di 1,9. I debiti di Telefonica dovrebbero crescere se la società spagnola porterà a casa l’acquisizione di E–Plus in Germania e di GVT in Brasile.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Proximus SA17,02 EUR0,53Rating
Tele2 AB B129,65 SEK0,54Rating
Telefonica SA ADR4,75 USD0,64Rating
Vodafone Group PLC115,26 GBX-0,12Rating

Info autore

Allan C. Nichols  Allan C. Nichols

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies