La frontiera non (si) spaventa

Le regioni non ancora emergenti continuano a crescere. Gli operatori consigliano prudenza nel breve termine, ma cercano di inviduare le aree più interessanti nel lungo periodo. 

Marco Caprotti 13/02/2014 | 12:08
Facebook Twitter LinkedIn

I mercati di frontiera non si fanno spaventare dalle incertezze che stanno attraversando il resto del mondo. Ma, dicono gli operatori, pur rappresentando una destinazione interessante per gli investitori nel lungo termine, nel breve richiedono una certa cautela. L’indice Msci dedicato alle zone che puntano a diventare emergenti, nell’ultimo mese (fino al 12 febbraio e calcolato in euro), ha guadagnato più del 2%, portando a +4,2% la performance da inizio anno. Risultati che vanno ad aggiungersi al +20,4% segnato nel 2013.

Occhio alle correzioni
“L’anno scorso un mucchio di soldi è arrivato nelle aree di frontiera e questo ha fatto crescere le valutazioni”, spiega uno studio firmato da Mark Mobius, presidente esecutivo e gestore di Franklin Templeton Investments. “Dobbiamo pertanto vigilare su alcune situazioni in cui potrebbero verificarsi delle correzioni”. Ma come e più degli emergenti, i frontier market sono una realtà eterogenea che pretende un approccio diverso a seconda delle zone che si guardano. Per quanto riguarda l’Africa, abbiamo continuato a individuare alcune società floride in Egitto e abbiamo pertanto conservato il nostro interesse per il paese, malgrado le notizie talvolta allarmanti”, continua il report. E’ un grande stato con una popolazione numerosa e uno dei leader del Medio Oriente data la sua importanza strategica e geopolitica. Qualora gli egiziani decidessero di fare nuove elezioni libere ed eque, in condizioni controllate e con una modifica alla Costituzione intesa a evitare il dominio di un solo partito, ritengo che il futuro possa essere brillante. Per il resto, alcune società di consumo sudafricane hanno iniziato a esprimere una crescita solida, sia a livello interno sia in imprese in altre parti del continente”.

La lente su Bangladesh e Rwanda
Per quanto riguarda l’Asia, l’attenzione degli operatori è sul Bangladesh. “Le iniziative di microfinanza in quel paese sono a nostro avviso giustamente famose e vengono replicate anche in altri mercati emergenti del mondo”, dice Mobius.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies