Cipro chiama Italia. E Slovenia

I tre stati sono al centro delle strategie degli operatori finanziari. Il salvataggio dell'isola è un esempio pericoloso, mentre il Belpaese fa aumentare la volatilità sui mercati. E a Lubiana...

Marco Caprotti 28/03/2013 | 11:52
Facebook Twitter LinkedIn

Un occhio a Cipro, uno alla Slovenia. Ma la testa degli investitori in questi giorni è tutta concentrata sull’Italia e sui suoi tentativi di arrivare alla formazione di un governo. Il fatto che dalle elezioni non sia un uscito un vincitore certo, da molti è stato interpretato come un voto contro le riforme e il piano di austerità introdotti dal governo di Mario Monti. Questo ha portato ulteriore confusione sui mercati e altra incertezza in una regione i cui asset sono già estremamente volatili.

“Secondo noi c’è qualche rischio che l’Italia possa far uscire l’Eurozona dal sentiero di ripresa che ha intrapreso”, spiega Katrina Dudley, gestore di Franklin Templeton Investments. “Tuttavia siamo convinti che gli elettori abbiano votato per non avere più austerità e non contro la cancellazione della misure già adottate”. Resta il fatto che se non si riuscirà a formare un governo stabile arriverà  nuova volatilità in tutta Eurolandia. “Dal punto di vista operativo l’esito delle elezioni italiane ha sottolineato l’importanza dell’analisi del rischio politico quando si preparano le stime sull’area euro”, spiega un report di Andrew Balls, managing director e responsabile della gestione del portafoglio europeo di Pimco. “La divisione del Parlamento e la crescita del Movimento 5 Stelle indicano che è difficile capire come l’Italia formerà un esecutivo e quanto a lungo durerà. E’ vero che il paese ha un basso deficit fiscale e ha portato avanti una serie di importanti riforme, tuttavia è poco probabile che sia in grado di varare i cambiamenti necessari a promuovere la crescita”.

Il problema Cipro
La questione di Cipro, intanto, non è stata ancora messa nel cassetto. Il metodo scelto per salvare l’isola non è piaciuto ai mercati. Eurogruppo e Fondo monetario internazionale presteranno 10 miliardi (la quota dell’Fmi sarà probabilmente attorno a 1 miliardo). Gli azionisti, i detentori di obbligazioni e depositanti non assicurati con oltre 100 mila euro della Laiki Bank subiranno un prelievo che li costringerà a sborsare, in totale, sul tavolo 4,2 miliardi di euro. Sono previste inoltre restrizioni ai movimenti di capitale per evitare la grande fuga dall'isola, in particolare di russi e britannici. “Per Cipro tutto questo significa aver evitato la bancarotta e una possibile uscita dall’euro. Almeno per adesso”, spiega una nota firmata da Darren Williams, economista di Alliance Bernstein. “Ma le prospettive per Cipro sono pessime. L’isola rischia di andare incontro a una recessione forse peggiore di quella vista in Grecia. Questo, a sua volta, minaccia di far saltare il piano di risanamento rendendo insufficiente l’aiuto fornito”.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies