Morningstar Carbon metrics: le parole-chiave

Presentiamo le definizioni più importanti per misurare il rischio per un fondo che deriva dall’esposizione alle fonti fossili e da una mancata gestione della transizione verso un’economia a più basso impatto ambientale.

Sara Silano 02/05/2018 | 10:54

Morningstar ha introdotto 70 indicatori per misurare il grado di “inquinamento” del portafoglio. Ecco quali sono i principali.

Morningstar Portfolio Carbon Risk Score
Rappresenta il punteggio ponderato per gli asset dei rating di Carbon risk dei titoli in portafoglio ed è basato sulle analisi di Sustainalytics sulle singole società. Va da zero a 100. Un portafoglio con un basso Carbon risk score è meglio posizionato per la transizione verso un’economia a minori emissioni di CO2. Per ottenere lo score, un fondo deve avere almeno il 67% degli asset coperti dal Carbon risk rate di Sustainalytics.

Fossil Fuel Involvement
Esprime la percentuale di portafoglio che è esposta a fonti fossili (viene preso il valore medio degli ultimi dodici mesi). Si considerano società “coinvolte” nel settore, quelle che derivano almeno il 5% dei ricavi da estrazione di carbone termico, generazione di energia dal carbone, produzione di petrolio e gas e generazione di energia da tali fonti. Sono incluse anche le aziende di servizi e prodotti che ottengono almeno il 50% del fatturato dall’oil&gas.

Low Carbon Designation
Identifica i fondi con un basso Carbon risk score. Per ottenere tale designazione, il Carbon risk score deve essere inferiore al 10% e il Fossil Fuel Involvement non deve superare il 7% degli asset totali. Il Low carbon designation aiuta gli investitori a identificare i fondi low carbon e incoraggia i gestori a minimizzare il Carbon risk. Non è un rating.

Classificazione dei Carbon risk
I punteggi di Carbon risk sono raggruppati in categorie in base alla severità del rischio:

Classificazione Morningstar Carbon Risk

Portfolio Carbon Metrics
Sono una settantina le metriche introdotte da Morningstar per misurare il rischio da emissioni inquinanti per i fondi. Tra queste ci sono il Carbon Intensity (media ponderata per gli asset delle emissioni in portafoglio), Stranded Assets Risk (riserve di petrolio e gas che diventeranno inutilizzabili in un’economia low carbon)e altri dati relativi alle soluzioni verdi (esposizione a energie pulite o trasporti ecologici).

Morningstar ha una partecipazione del 40% in Sustainalytics. 

Clicca qui per leggere la metodologia completa.

Leggi tutti gli articoli Morningstar sugli investimenti sostenibili. 

Per maggiori informazioni sugli investimenti sostenibili e il Morningstar Sustainability Rating, visita il mini-sito dedicato.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia