Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

ESG, il globo vuol dire (anche) qualità

Un’analisi Morningstar dimostra che i fondi azionari con alto rating di sostenibilità sono meno volatili. Inoltre, tendono a investire in titoli con ampio Economic Moat. 

Fernando Luque 16/02/2017 | 11:23

Quali sono le differenze fra i fondi che hanno cinque globi (l’indicatore che Morningstar usa per misurare la sostenibilità) e quelli che ne hanno uno solo? Quali sono le caratteristiche che differenziano il primo gruppo dal secondo?

Per rispondere abbiamo analizzato i portafogli di tre gruppi di fondi equity domiciliati nel Vecchio continente: Large cap Europe equity, Large cap Usa e Large cap Global. Per ognuno di questi abbiamo preso in considerazione lo stile di investimento. In altre parole abbiamo confrontato fra di loro i fondi value, poi i blend e infine i growth.

Uno degli elementi che emerge quando si studiano i fondi con cinque globi che fanno parte della stessa categoria è che sono sbilanciati verso i titoli large cap. Questo vale sia per gli azionari Europa, sia per i cugini dedicati agli Usa sia per i fondi globali. Per esempio, se ci concentriamo sulla categoria Morningstar Europe large cap value notiamo che i prodotti con il rating di sostenibilità più alto investono una media dell’84,5% degli attivi in società grandi o grandissime rispetto al 63% dei fondi con un globo solo (tabella 1 in fondo all’articolo).

Gli stessi risultati si ritrovano negli Europe large cap blend e negli Europe large cap growth (e negli altri due universi).

Quindi c’è una relazione fra il rating di sostenibilità e le dimensioni delle società inserite in un portafoglio, soprattutto quando confrontiamo strumenti con cinque globi rispetto a quelli con uno. Questo non sorprende visto che, di solito, le azioni large cap ricevono un rating di sostenibilità più alto rispetto alle mid e small cap.

Il fattore dimensione
Morningstar indica come società di qualità quelle che hanno un vantaggio competitivo che dura a lungo nel tempo (Economic moat). L’Economic moat è un elemento strutturale di un’azienda. I vantaggi di costo, l’alto prezzo per passare a un concorrente, gli asset intangibili e le efficienze di scala sono tutti fattori che possono creare un vantaggio competitivo. Una società con il moat può generare rendimenti sul capitale investito superiori alla media per un lungo periodo di tempo.

C’è un legame fra sostenibilità e qualità? O, per dirla in altre parole: i fondi con un alto rating di sostenibilità Morningstar investono maggiormente in aziende di qualità rispetto ai portafogli con un giudizio più basso? La risposta è affermativa. Le tre tabelle qui sotto mostrano che i fondi con cinque globi hanno un peso maggiore in società con un vantaggio competitivo rispetto agli altri. La differenza è particolarmente evidente quando si osservano i fondi con cinque globi in confronto a quelli con uno (dati evidenziati in rosso nelle tabelle). Questo è vero in tutte e tre le categorie generali analizzate.

Volatilità
I fondi con cinque globi hanno una volatilità più bassa rispetto agli altri e in particolare in confronto a quelli con un globo solo? Anche qui la risposta è affermativa. Nella maggior parte dei casi analizzati, i fondi con un rating di sostenibilità più alto hanno una volatilità a tre anni e a un anno più bassa rispetto alla media di categoria. L’unica eccezione è l’universo degli Usa large cap growth.

Conclusioni
Una conclusione è che se si vuole investire in un fondo large cap che abbia una bassa volatilità e che sia esposto ad aziende di qualità, ci sono buone probabilità di trovarlo selezionando uno strumento con il rating di sostenibilità Morningstar più alto.

Tabella 1
tab1

Tabella 2
tab2

Tabella 3
tabe3

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore Fernando Luque

Fernando Luque  es el Senior Financial Editor de www.morningstar.es