Banche europee ancora a sconto nonostante il rimbalzo

Le valutazioni non riflettono il miglioramento strutturale della redditività. Gli investitori continuano a scontare un elevato livello di rischio nei mercati finanziari.

Jocelyn Jovene 25/07/2023 | 15:41
Facebook Twitter LinkedIn

banche

I prezzi delle azioni delle banche europee stanno finalmente risalendo. Il comparto ha guadagnato il 19% da inizio anno sovraperformando il più ampio mercato azionario europeo, che invece si è fermato a +11,8%.

Tuttavia, nonostante il rimbalzo dei prezzi, il settore continua a essere scambiato con uno sconto significativo rispetto al resto del mercato europeo e alle stime del fair value di Morningstar.

“Dopo aver sofferto a causa di tassi di interesse estremamente bassi per più di un decennio, la crescita del costo del denaro ha sostenuto un aumento strutturale della redditività del settore, ma questo non si è tradotto in una rivalutazione dei multipli come ci saremmo aspettati”, scrivono gli analisti di Morningstar Niklas Klammer e Johann Scholtz, nel loro European Banks Pulse relativo al secondo trimestre del 2023.

Dopo la crisi finanziaria del 2008 e quella del debito dell'Eurozona nel 2011-2012, le banche europee hanno dovuto affrontare una severa ristrutturazione e riduzione dell'indebitamento, liberandosi in parte delle loro attività sui mercati finanziari per concentrarsi su business più stabili e prevedibili. E hanno anche dovuto far fronte al calo dei tassi di interesse e alla conseguente riduzione dei margini netti.

Il recente cambio di rotta sui tassi, sia negli Stati Uniti che in Europa, ha dunque aiutato le banche a recuperare terreno in termini di redditività, ma ha anche creato nuove sfide.

Sono emerse nuove problematiche in diversi mercati immobiliari della regione e il Credit Suisse è stato rilevato dalla rivale UBS a giugno, a seguito delle tensioni nel sistema bancario statunitense.

Perché il mercato sconta le banche europee
Nonostante bilanci più forti, migliori pratiche di gestione del rischio e una minore dipendenza dalle attività di investment banking, le banche europee hanno ancora difficoltà a vedere rivalutare i propri multipli di mercato.

“Gli investitori stanno applicando un premio al rischio eccessivo. Mentre è diventato evidente che gli istituti di credito europei non soffrono delle difficoltà di finanziamento che hanno afflitto le banche regionali statunitensi, il mercato sconta ancora un alto livello di incertezza", affermano gli analisti di Morningstar.

“I tassi sui prestiti interbancari non mostrano segni di stress. I bilanci delle banche europee sono solidi e dispongono di ampia liquidità e robuste riserve di capitale”, aggiungono.

Per gli investitori pazienti, le banche europee sono buone occasioni di investimento di lungo periodo. In più, offrono interessanti rendimenti da cedola e la possibilità di un extra-rendimento offerto dai piani di riacquisto di azioni proprie.

"Il ritorno del capitale in eccesso rimane un tema e molte banche europee hanno annunciato programmi di buy-back o maggiori pagamenti di dividendi", secondo Klammer e Scholtz.

Le idee di investimento
Tra le migliori idee di investimento di Morningstar, all’interno del settore bancario europeo, ci sono i titoli ING Groep e Lloyds, il primo viene scambiato a un tasso di sconto del 26% rispetto al fair value, il secondo è scontato al momento del 44%, mentre entrambi sono valutati con un Moat rating pari a Medio.

“ING è penalizzata dal fatto che il mercato non sta scontando nelle sue valutazioni il fatto che la banca è destinata a essere strutturalmente più redditizia della media degli istituti di credito della regione una volta che avrà capitalizzato i benefici dei tassi di interesse più elevati. Mentre nel caso Lloyds, la solida base di depositi, che è stata di scarso beneficio nell'ultimo decennio, dovrebbe diventare un elemento di differenziazione rispetto ai competitor”, affermano gli analisti di Morningstar.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
ING Groep NV7,98 EUR0,00
Lloyds Banking Group PLC54,18 GBX0,22Rating

Info autore

Jocelyn Jovene

Jocelyn Jovene  è Editor di Morningstar Francia

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures