Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Moderna: per Morningstar è sopravvalutata dal mercato

Gli analisti hanno avviato la copertura dell’azienda farmaceutica americana con un fair value di 117 dollari e un rating di 2 stelle.

Francesco Lavecchia 27/04/2021 | 11:00
Facebook Twitter LinkedIn

moderna

Morningstar ha avviato la copertura di Moderna con un fair value di 117 dollari e un rating di due stelle. Gli analisti vedono buone prospettive di crescita ma, al momento, non le riconoscono una posizione di vantaggio all’interno del settore (Economic moat).

“Ci aspettiamo che la tecnologia mRNA, che consente maggior flessibilità nella produzione, permetta all'azienda di lanciare sul mercato nei prossimi anni nuovi vaccini non solo per il COVID-19, ma anche per altri virus, nonché nuove terapie per il cancro e per alcune malattie rare”, dice Karen Andersen, analista azionaria di Morningstar. Il vaccino mRNA-1273 sviluppato dalla casa farmaceutica americana ha mostrato un'efficacia del 94,1% nel prevenire il Covid-19 sintomatico e del 100% contro le forme gravi negli adulti e l'azienda è pronta a fornire più di 900 milioni di dosi del vaccino a livello globale nel 2021 per un fatturato che supera i 19 miliardi di dollari, pari a circa il 30% del giro d’affari a livello mondiale per l’anno in corso, in base alle stime degli analisti.

Le previsioni degli analisti
“Crediamo che il mercato dei vaccini contro il COVID-19 sarà dominato dalla tecnologia mRNA di Moderna e Pfizer/BioNTech e stimiamo che il 41% delle dosi distribuite nel 2022 sarà rappresentato da questa tipologia di vaccino. Inoltre, ipotizziamo che, dopo la fine della fase acuta della pandemia, la domanda di vaccini resterà alta, vista la necessità di richiami annuali per le fasce di popolazione a più alto rischio, e che aumenteranno anche i prezzi, a causa dell’incremento della domanda per quelli a maggiore efficacia. In base a queste ipotesi, prevediamo una domanda annua di 700 milioni di dosi e un mercato che vale circa 8 miliardi di dollari, il 25% del quale controllato da Moderna. Nel nostro modello di stima, ipotizziamo entro il 2030 ricavi per circa 5 miliardi di dollari dalla vendita di vaccini profilattici, pari a un quarto di quelli stimati per il 2021, e per 2 miliardi di dollari da quelli terapeutici per il trattamento di malattie tumorali o infettive croniche”.

Nonostante le previsioni per la crescita del fatturato siano buone e la redditività del capitale al momento sia elevata, gli analisti non assegnano all’azienda farmaceutica un Economic moat a causa dei dubbi in merito alla capacità di Moderna di difendersi dall’ingresso sul mercato di nuovi vaccini mRNA.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Azioni Analisi e Strategie

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Moderna Inc176,06 USD0,00Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia