Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

Le Borse studiano la Grecia e gli Usa

Europa positiva in attesa di notizie dal fronte del debito ellenico e dei dati americani sul lavoro. A Milano si sveglia Saipem. Sale anche Mediaset. Wall Street si prepara ad aprire con il segno più. 

Marco Caprotti 02/07/2015 | 12:54

Prosegue con il segno più la seduta delle Borse europee. Gli investitori osservano gli sviluppi della questione legata al debito greco e aspettano i dati macro Usa. L'Eurogruppo si è detto disponibile a riavviare i negoziati su un nuovo piano di salvataggio per Atene, ma ha subordinato le trattative all'esito del referendum di domenica mettendo nuova tensione al premier ellenico Alexis Tsipras che voleva ripartire con il tavolo e spinge per il "no" popolare alle proposte dei creditori. Questo scenario di incertezza ancora elevata è comunque letto dai mercati come volontà.

A Milano riscatto di Saipem, ma restano i timori sul fronte dei contratti e dei prezzi petroliferi. Fiat Chrysler tiene. A fronte di immatricolazioni di giugno in crescita del 14,3% sul mercato italiano (+15,2% da inizio anno), le registrazioni del gruppo Fiat sono aumentate del 20% a 42mila unità (+17% da inizio anno) facendo aumentare la quota di mercato al 28,5%. Il lieve miglioramento della pubblicità e il ritorno della speculazione sulla vendita di Premium riporta Mediaset sopra 4,5 euro.

New York positiva
Per quanto riguarda gli Usa, l’andamento dei future indica che Wall Street aprirà con il segno più. Gli investitori aspettano i dati sul mercato del lavoro Usa relativi al mese di giugno: i pronostici sono per 230 mila nuovi posti creati e un tasso di disoccupazione in calo al 5,4%. Una conferma di queste previsioni dovrebbe avvalorare la scommessa di una stretta monetaria della Federal Reserve già a partire da settembre e, di conseguenza, sostenere un nuovo rafforzamento del dollaro. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar