Una soluzione low cost con o senza Qe

I mercati finanziari europei hanno corso nell’attesa di un intervento della Bce. Che, però, potrebbe non arrivare mai. Come mettersi al riparo, senza rischiare troppo se Draghi lo farà.  

Jose Garcia-Zarate 05/12/2014 | 12:35

La situazione nell’Eurozona rimane piuttosto fragile. Le speranze per una ripresa duratura sono evaporate a metà anno e le stime sulla crescita del Prodotto interno lordo sono state riviste al ribasso, rafforzando i timori di stagnazione. Inoltre, l’inflazione, o meglio la sua totale assenza, ha alimentato il pensiero che il Vecchio continente sia sempre più simile al Giappone.

Un buon 2014
Questo quadro poco incoraggiante non ha comunque impedito ai mercati azionari e obbligazionari dell’area euro di avere una performance positiva nel 2014. Ad esempio, da inizio anno (a fine novembre), l’indice Eurostoxx50, che comprende le 50 maggiori società della zona, ha reso l’8,2%. Nello stesso periodo, il Barclays Euro aggregate bond index, misura aggregata dell’andamento dei titoli investment grade in euro (governativi e corporate), è cresciuto del 10,2% per il solo effetto dell’apprezzamento del capitale. Un semplice portafoglio con due fondi a basso costo replicanti tali benchmark avrebbero dato buoni risultati agli investitori. Maggiori rendimenti, infatti, si sarebbero ottenuti scegliendo singoli paesi periferici, invece di un paniere pan-europeo.

A dispetto di tutti i dibattiti sulla crisi economica, la realtà è che il 2014 è stato un buon anno sui mercati finanziari. Il punto, dunque, è comprendere il ruolo delle aspettative nel determinare le performance. Un aspetto che alcuni investitori, a loro discapito, non considerano.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
ETF

Info autore

Jose Garcia-Zarate  is an ETF analyst with Morningstar UK.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies