Bayer, Morningstar conferma il fair value

In Borsa il titolo ha chiuso la seduta di ieri a -9,6% dopo la sentenza della Corte di San Francisco sul nesso di causalità tra l’utilizzo di un suo prodotto e il cancro. Gli studi scientifici, dicono gli analisti, sono a favore dell’azienda e le spese legali non avranno un impatto sulla valutazione che resta ferma a 108 euro.

Francesco Lavecchia 21/03/2019 | 13:36

Una sentenza della Corte di San Francisco ha stabilito il nesso di causalità tra l’utilizzo del diserbante Roundup di Bayer e il cancro. La notizia ha fatto crollare il titolo del gruppo chimico-farmaceutico con perdite superiori al 10%, ma gli analisti di Morningstar confermano il fair value a quota 108 euro e la valutazione sul suo Economic moat (pari ad Ampio). 

“Il mercato teme che questa sentenza possa dare il via a una serie di risarcimenti miliardari che danneggeranno non solo l’immagine ma anche le casse del colosso tedesco, considerando le circa 11 mila denunce presentate negli Stati Uniti contro il diserbante prodotto da Monsanto (società appartenente al gruppo Bayer). Ma gli studi scientifici sono tutti dalla parte dell’azienda tedesca. I dati di numerose agenzie, come le statunitensi Environmental Protection Agency e National Institutes of Health, e l’European Chemicals Agency ed European Food Safety Authority nel Vecchio continente, suggeriscono che non vi è alcun collegamento tra il glifosato contenuto nel Roundup e il cancro. Per questa ragione riteniamo che la maggior parte di queste cause non avrà successo”, dice Damien Conover, analista azionario di Morningstar in una nota del 20 marzo 2019. 

“La valutazione di 108 euro del titolo Bayer si basa anche sull’ipotesi che le spese per i vari contenziosi legali relativi al glifosato ammontino a 2 miliardi di euro. Nello scenario peggiore tali costi potrebbero salire a 13 miliardi di euro e comporterebbero un taglio del fair value a 73 euro. Dopo le recenti vendite, le azioni del gruppo tedesco sono scambiate attorno ai 62 euro, a un tasso di sconto di oltre il 40%”.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Bayer AG56,08 EUR1,91

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar