La pensione è la fine della ricerca di reddito?

In genere, l’assegno previdenziale è inferiore allo stipendio. Il gap può essere un problema. Ecco come affrontarlo.

Robert van den Oever 12/08/2021 | 09:00
Facebook Twitter LinkedIn

Pensione

Andare in pensione significa godersi il meritato tempo libero: niente più obblighi, niente agenda che detta la settimana. Ma anche niente più stipendio. Hai un assegno previdenziale dallo stato o dalle forme integrative o da entrambi; tuttavia cambia il livello di reddito.

Il gap
Una pensione è nella maggior parte dei casi inferiore allo stipendio mensile dell’età lavorativa. E’ bene essere consapevoli del gap. Per molte persone, questo divario è superabile, ma per alcuni il nuovo livello di reddito potrebbe non essere sufficiente a lungo termine. Da questo punto di vista, la pensione segna il termine della vita lavorativa, ma non la fine della ricerca di fonti di reddito (extra).

Se è necessario un reddito extra, allora devi decidere per quale scopo lo vuoi: a breve termine, come un modo per avere più potere d'acquisto; o a lungo termine, per quando avrai eroso la tua riserva finanziaria?

Può sembrare strano guardare al futuro finanziario quando si è già in pensione, ma il divario di reddito tra stipendio da lavoro e pensione di vecchiaia può essere grande. E può sorprendere, perché le persone sono abituate a un certo livello di reddito. Quando questo cambia improvvisamente, molti vengono colti impreparati.

Il reddito di breve termine
Se vuoi investire per ottenere un reddito extra a breve termine, le attività finanziarie a rischio più elevato possono essere utili, perché danno la possibilità di ottenere rendimenti relativamente alti e veloci. Ma portano con sé anche i rischi di perdite maggiori.

Un’altra categoria che offre risultati a breve termine è quella dei dividendi. La scelta di azioni o fondi azionari che si concentrano su un alto rendimento da dividendi genera un reddito regolare quando i dividendi vengono pagati. La maggior parte delle aziende paga la cedola come previsto, ma non sono da escludere situazioni di difficoltà di un’impresa che possono portare al taglio dei dividendi o alla mancata distribuzione.

Un dividendo non è mai completamente garantito, ma è una forma relativamente affidabile di ritorno da un investimento. E’ bene però ricordare che le azioni sono quotate in Borsa e i loro prezzi oscillano per cui si può incorrere in una perdita quando la quotazione scendo sotto il livello di acquisto del titolo.

Il reddito di lungo termine
Investire per un reddito extra a lungo termine quando si è in pensione non è molto diverso dal farlo mentre si è ancora nell’età lavorativa. Ma bisogna decidere l’orizzonte temporale. Quando sei in pensione, puoi calcolare gli effetti del livello di reddito inferiore rispetto allo stipendio. Potrebbe accadere che tutte le tue entrate e riserve servano per le spese quotidiane, fino ad esaurirle. In tale scenario, potresti aver bisogno di ritorni extra dai tuoi investimenti.

Ti troverai a dover decidere il tuo futuro finanziario e con quale cadenza avere flussi aggiuntivi di reddito. Dovrai, inoltre, capire quali profili di rischio si adattano ai diversi tempi della tua vita da pensionato. Per queste decisioni a lungo termine, chiamare un consulente professionale può essere un passo sensato, sia per una consulenza completa che per uno scambio di idee.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Robert van den Oever  è Research Editor di Morningstar in Amsterdam