Identikit dell’investitore sostenibile (senza stereotipi)

Un’indagine di Morningstar sulla popolazione statunitense sfata i miti che raffigurano le donne e i Millennial come i più attenti ai fattori ambientali, sociali e di governance, quando devono fare scelte finanziarie.

Sara Silano 09/05/2019 | 11:22

Donne e giovani sono più interessati agli investimenti sostenibili. Lo abbiamo scritto e letto più volte negli ultimi anni. Ma se ci fossimo sbagliati e si trattasse solo di uno stereotipo? Il dubbio viene leggendo un’indagine condotta negli Stati Uniti dagli scienziati comportamentali di Morningstar, guidati da Ryan O. Murphy, su un campione rappresentativo della popolazione (948 persone). I risultati, pubblicati lo scorso 22 aprile, sono riassunti in un report dal titolo The true faces of sustainable investing: busting industry mhyts around ESG.

L’ipotesi di partenza è che ci sia una distorsione nelle domande che vengono generalmente poste agli intervistati per misurare la loro propensione verso scelte finanziarie socialmente responsabili. In altre parole, a quesiti del tipo: “Su una scala da zero a cinque quanto sei interessato agli investimenti sostenibili?” si tende a rispondere in modo da compiacere gli altri, più che esprimere la propria opinione reale, per evitare di essere giudicati negativamente.

Due sole opzioni
I ricercatori di Morningstar hanno dunque provato a cambiare la domanda, ponendo l’intervistato davanti alla scelta tra due opzioni. Per esempio, è stato chiesto di esprimere la preferenza tra allocare 1.000 dollari in azioni di un’azienda come Johnson&Johnson o come Charles Schwab. La prima più “sostenibile”, ma meno profittevole; la seconda nella situazione opposta. Le risposte sono poi state convertite in un punteggio da zero (no interesse per gli investimenti socialmente responsabili) a 100 (decisioni guidate esclusivamente dai criteri ESG). Infine, sono stati costruiti cinque profili in base al grado di attenzione ai due parametri (orientamento al rendimento o alla sostenibilità).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar