Non ci sono alibi per le disparità tra uomini e donne

La maggior presenza maschile nella gestione dei fondi non è giustificata dalla loro capacità di ottenere rendimenti migliori. Anzi, in alcuni casi è il contrario. Cresce il numero di strumenti finanziari che integrano la gender diversity, ma le manager sono ancora troppo poche. Più in generale, sulla partecipazione economica, il mondo sta tornando indietro. Italia compresa.

Sara Silano 08/03/2018 | 11:51

Non ci sono differenze di performance che giustificano la maggior presenza di uomini nella gestione dei fondi. Lo rivela uno studio Morningstar, dal titolo Fund Manager by gender. Through the performance lens, curato da Madison Sargis e Kathryn Wing, uscito nella Giornata mondiale della donna 2018.

Il report ha analizzato tutti i fondi statunitensi azionari e obbligazionari, gestiti attivamente, dal 2003 ad oggi, utilizzando diversi indicatori: la regressione Fama-McBeth (metodo di stima applicato a un set di dati), il test basato sulla costruzione di diversi portafogli e l’event-study (misura l’esperienza tipica di un investitore con team solo maschili, solo femminili o misti su diversi periodi temporali). In tutti i casi, l’ipotesi di base, ossia che gli uomini potessero fare meglio delle donne, è stata smentita. Nella maggior parte dei test non sono emerse significative differenze, ma in alcuni casi i fondi in rosa hanno fatto meglio. Ad esempio, i comparti obbligazionari americani gestiti unicamente da donne hanno reso il 4,23% dal 2003 al 2017, battendo la categoria e, soprattutto, facendo meglio nei periodi di crisi.

Le donne battono gli uomini nei fondi obbligazionari

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies