I titoli più seguiti a febbraio

Le trimestrali hanno acceso l’interesse dei lettori di Morningstar per i big del listino italiano. Sempre nutrita la pattuglia dei finanziari. Non mancano auto ed energy. 

Marco Caprotti 08/03/2016 | 12:07

I risultati del 2015, alcuni rumor e le operazioni straordinarie, nel mese di febbraio hanno tenuto accesa l’attenzione dei lettori di Morningstar.it sui grandi nomi di Piazza Affari.

Fra le 10 schede equity più consultate, ad attirare la maggiore attenzione è stata quella di IntesaSanpaolo, che ha chiuso lo scorso esercizio con una forte crescita della redditività, risultata superiore agli obiettivi del Piano di impresa 2014-2017. Il board del gruppo ha proposto la distribuzione di un dividendo pari complessivamente a 2,4 miliardi di euro, 14 centesimi per ogni azione ordinaria.

Eni
In seconda posizione c’è Eni che, anche lei, ha comunicato i conti dell’intero 2015, chiuso con una flessione dei ricavi e un risultato in rosso. Confermato il dividendo, pari a 0,8 euro.  Il futuro però è nebuloso. Il documento sull’evoluzione prevedibile della gestione che accompagna gli ultimi conti del gruppo ad esempio, parla di un quadro macroeconomico globale per il 2016 che “evidenzia rischi e incertezze a causa del rallentamento dell'attività produttiva in Cina, nell'Eurozona e nei paesi esportatori di commodity”. Il prezzo del petrolio “dopo aver toccato i valori minimi degli ultimi tredici anni sotto i 30 dollari al barile è previsto proseguire in un trend debole a causa degli squilibri strutturali del mercato gravato dalla sovrapproduzione e dalle incertezze sulle prospettive di crescita a medio lungo termine della domanda energetica".

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Assicurazioni Generali12,40 EUR0,24
Banca Monte dei Paschi di Siena1,11 EUR1,00
Eni SpA9,03 EUR5,09
Ferrari NV138,90 EUR-0,18
Fiat Chrysler Automobiles NV6,35 EUR0,65
Intesa Sanpaolo1,43 EUR-2,60
Poste Italiane SpA7,84 EUR-0,96
Saipem SpA2,27 EUR1,43
UniCredit SpA Rsp  

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar