Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Saldi d’Europa

Le stock dell’alta gamma guidano il gruppo delle migliori occasioni di investimento sui listini del Vecchio continente. Opportunità anche negli altri segmenti dei beni di consumo e nell’health care. 

Francesco Lavecchia 02/02/2016 | 10:36
Facebook Twitter LinkedIn

Tempo di saldi per il lusso in Borsa. LVMH, Kering, Swatch e CIE Financiere de Richemont hanno pagato più di altre i timori legati al rallentamento delle vendite in Cina e ora sono scambiate a prezzi convenienti. “Queste società godono di una forte posizione di vantaggio all’interno del settore, frutto del valore dei marchi e delle elevate economie di scala, che garantisce loro un’alta profittabilità e rendimenti del capitale generosi”, dice Paul Swinand analista azionario di Morningstar. “Le ultime trimestrali hanno evidenziato note negative, come il raffreddamento del mercato cinese, ma anche positive, come la ripresa di quello americano, spinto anche dall’indebolimento del cambio euro/dollaro. Le nostre previsioni di lungo termine tengono conto di importanti trend demografici che promettono di spingere i consumi nel lusso in Cina nei prossimi anni e per questo siamo fiduciosi sull’andamento di questo comparto”.

Swatch il più conveniente nel lusso
“Tra questi titoli, Swatch è senza dubbio quello che associa all’Economic moat il più elevato tasso di sconto”, spiega l’analista. Le azioni della società svizzera continuano a pagare in maniera eccessiva i timori legati alla crescente concorrenza degli smart watch. Da aprile scorso il gruppo ha visto scendere la propria capitalizzazione di mercato di circa il 30%, ma gli analisti sono convinti delle prospettive di crescita nel lungo termine: da qui al 2024, dicono, i ricavi saliranno a un tasso medio del 6% e il margine operativo si consoliderà attorno al 24%.

Beni di consumo a sconto
Le opportunità di investimento non mancano neanche nel settore dei beni di consumo difensivi: Nestlé e Diageo, ad esempio, sono scambiate a tassi di sconto di circa il 10%. “Il gruppo svizzero, leader nell’industria del cibo confezionato, è stato danneggiato dal ritiro di uno dei suoi prodotti dal mercato indiano. Le vendite degli ultimi trimestri hanno registrato un rallentamento, ma questo non cambia le nostre previsioni di lungo periodo”, dice Erin Lash analista equity di Morningstar. “I ricavi resteranno piatti nel 2015 e cresceranno a un tasso medio del 5% nei quattro anni successivi anche grazie alla maggior espansione sui mercati emergenti e a nuove acquisizioni”.

Diageo produce e distribuisce molti dei maggiori brand nel segmento dei super alcolici.  Il consumo di queste bevande risente del rallentamento del ciclo economico più di quanto non accada per quello di birra e vino e questo ha pesato sulle vendite nel Vecchio continente negli ultimi anni. Tuttavia, la crescita del reddito medio in paesi emergenti come Cina, India e America latina e lo spostamento delle preferenze dei consumatori occidentali sui prodotti di fascia più elevata, promettono di spingere le vendite future del gruppo nei prossimi anni.

Le opportunità nell’health care
Il recente andamento delle Borse europee ha fatto vittime eccellenti anche nel comparto health care. Alcuni tra i maggiori gruppi del pharma come Novartis e Roche hanno realizzato perdite importanti nell’ultimo mese diventando delle buy opportunity, ma la miglior occasione di investimento all’interno del settore salute resta Elekta. L’azienda svedese è attiva nel campo delle cure oncologiche e controlla, insieme all’americana Varian Medical Systems, il mercato degli apparecchi per la radioterapia. Il titolo ha ceduto negli ultimi dodici mesi circa il 30%, a causa delle trimestrali negative, ma Alex Morozov, analista azionario di Morningstar, è convinto che la società possa riprendersi in fretta. “La riorganizzazione del team di vendita negli Usa dovrebbe contribuire a risollevare le performance della regione dopo gli ultimi deludenti risultati. Inoltre, la società svedese è molto ben posizionata sui mercati asiatici e in particolare in Cina e questo promette di essere il principale driver della crescita futura”. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia