Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

3 stock buone per tutte le stagioni

Investire in società in grado di superare i cambiamenti tecnologici, le fasi di recessione e le turbolenze del mercato garantisce buone performance nel lungo termine.

Marina Gerner 10/09/2019 | 10:47

Negli Stati Uniti l’inversione della curva dei rendimenti fa salire la febbre per il rischio di una nuova fase recessiva, la guerra commerciale tra Usa e Cina non sembra prossima a una risoluzione e Brexit si sta avvicinando con un accordo non ancora in vista. In tempi incerti come questi, trovare stock in grado di resistere alle tempeste e fare bene nel lungo termine sembra quasi impossibile. Inoltre, gli elevati ritmi dei cambiamenti tecnologici sono in grado di trasformare in breve tempo delle start-up in giganti ma, al tempo stesso, di rendere obsoleti dei business altrettanto velocemente. Uno studio di Credit Suisse, infatti, dimostra come l'età media di una società quotata sull’S&P 500 sia ora inferiore a 20 anni, mentre negli anni ’50 era di 60 anni.

La storia dei mercati finanziari ci ha dimostrato che nessun investimento è pienamente sicuro, ma è altrettanto vero che alcune aziende hanno maggiori probabilità di resistere alla prova del tempo rispetto ad altre. In particolare, quelli che possono contare su marchi di valore o su altri asset intangibili come brevetti e licenze e quelli in grado di adattarsi ai grandi cambiamenti tecnologici.

Abbiamo chiesto ad alcuni esperti di dirci quali potrebbero essere, secondo loro, le azioni per tutte le stagioni.

 

Walt Disney
"Chi investe sui mercati azionari nel lungo periodo dovrebbe andare alla ricerca di società che hanno dimostrato nella loro storia di essere in grado di attraversare con successo delle fasi di cambiamento e una di queste è Walt Disney", afferma Rachel Winter, direttore degli investimenti associato presso la società di investimenti britannica Killik & Co.

“L’azienda si è adattata a un mondo dei media in continua evoluzione: dai film muti negli anni '20, al primo lungometraggio (Biancaneve) negli anni '30, mentre negli anni '40 il 90% dei dipendenti lavorava a film di addestramento legati alla guerra. Ora Disney è un colosso dei media con una vasta libreria di contenuti multimediali e che è pronta ad affrontare la prossima grande novità dell'intrattenimento: lo streaming online".

Le azioni sono attualmente scambiate attorno ai 136 dollari, su valori di poco superiori al fair value stimato dagli analisti Morningstar che è pari a 130 dollari (report aggiornato al 6 agosto).

"A Walt Disney riconosciamo un Economic moat nella misura di ampio. L’azienda ha un grosso potere di determinazione dei prezzi in molti dei suoi business e ci aspettiamo che l’acquisizione dei contenuti della Twenty-First Century Fox le consentano di continuare a macinare rendimenti del capitale in eccesso rispetto ai costi di finanziamento”, dice Neil Macker analista azionario di Morningstar.

Compass Group
"Tutti abbiamo il bisogno di mangiare e Compass Group è il più grande gruppo di catering al mondo con i suoi 5,5 miliardi di pasti serviti ogni anno", afferma Graham Spooner analista della società britannica The Share Centre .

“Il gruppo è attivo in 45 paesi, anche se i mercati principali sono quelli del Nord America e dell’Europa, e si occupa della fornitura di cibo in luoghi di lavoro, scuole, università e ospedali e gestisce anche caffetterie, distributori automatici e punti vendita di prodotti da forno. Riteniamo che Compass sia un'attività difensiva e che quindi sia meno suscettibile alle fasi di recessione economia. Per questo, escludendo eventi estremi dovrebbe essere in grado di soddisfare la domanda dei consumatori anche in futuro", aggiunge Spooner.

“Compass Group è ben posizionato per beneficiare di diversi trend strutturali del settore come il consolidamento del comparto dei servizi di ristorazione e il continuo passaggio all'outsourcing dei servizi di ristorazione nel settore privato e pubblico”, dice Micahel Field, analista di Morningstar. “Di recente abbiamo aumentato la stima del fair value da 16,70 sterline a 17,50 sterline” (report aggiornato al 25 giugno 2019).

Unilever
“Una stock buona per tutte le stagioni non deve avere solo un business duraturo nel tempo ma deve essere anche in grado di superare la rivoluzione verde della riduzione delle emissioni di CO2”, dice Ian Woolley, analista senior presso la società di investimento britannica Hawksmoor Investment Management. “Unilever ha un portafoglio marchi di grande valore tra cui Dove, Hellman e Wall ed è probabile che tra cinquant'anni continueremo a lavarci con il sapone e a mangiare il gelato prodotti dal gruppo britannico, ma uno dei suoi punti di forza è anche il forte impegno nel ridurre l’impatto ambientale della sua produzione, formalizzato anche in un obiettivo per il taglio delle emissioni da raggiungere entro il 2030”.

Philip Gorham, direttore della ricerca azionaria di Morningstar, afferma: "Continuiamo a credere che Unilever abbia un Moat ampio per via della sua forte relazione con le catene di distribuzione e del vantaggio di costo rispetto ai competitor, ma gli ultimi risultati dimostrano come la crescita del fatturato rimanga bassa nonostante il forte posizionamento sui mercati emergenti” (report aggiornato al 25 luglio 2019).

Per l'eggere l'articolo completo di Marina Gerner, clicca qui

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Compass Group PLC2.004,00 GBX-1,13
The Walt Disney Co132,27 USD-0,77
Unilever PLC4.795,00 GBX-2,54

Info autore

Marina Gerner  è una giornalista freelance

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar