I consumer a 5 stelle

FCA, L Brands e Mattel sono tra i titoli scambiati ai tassi di sconto più elevati nel settore beni di consumo ciclici.

Francesco Lavecchia 21/05/2019 | 16:13

 

Fiat Chrysler Automobiles
Nell’ultimo mese FCA ha perso il 5% e ora è scambiato a un tasso di sconto del 60% rispetto al fair value di 28 euro. “I dati del primo trimestre hanno deluso le attese del consensus, ma a nostro avviso il mercato continua a essere troppo scettico sulle prospettive future del gruppo automobilistico”, dice Richard Hilgert analista azionario di Morningstar. “In base alle nostre previsioni le vendite dell’azienda toccheranno il picco di 130 miliardi per poi scendere leggermente nei due anni successivi, diversamente dalle stime del management che ipotizza di raggiungere quota 157 miliardi nel 2022. Nel nostro modello teniamo in considerazione la debolezza del mercato dell’auto nel breve termine, ma l’ottimo posizionamento di FCA in Brasile e l’espansione globale dei marchi Jeep, Alfa Romeo e Maserati saranno i principali driver della crescita futura del gruppo”.

L Brands
L Brands può contare su marchi di alto valore come Victoria's Secret, PINK, Bath & Body Works e sulla leadership in un segmento di mercato, come quello dell’intimo femminile, che si distingue per un’altra fidelizzazione al marchio e che permette all’azienda di applicare mark-up molto generosi sui prezzi di vendita. La notizia dello spin-off di Old Navy dal gruppo Gap ha fatto schizzare le quotazioni di quest’ultimo e ha alimentato i rumors di una simile operazione anche per L Brands, che potrebbe scorporare le attività legate al marchio Bath & Body Works. “L’operazione sarebbe molto vantaggiosa per gli azionisti. Bath & Body Works ha una profittabilità elevata e potrebbe creare valore per gli azionisti. L’azienda inizia a soffrire la maggior concorrenza nel settore e questo ci ha spinto a rivedere al ribasso le nostre previsioni sul gross margin”, dice Jaime M. Katz analista di Morningstar. “Il titolo ha perso quasi il 10% da inizio anno e ora è scontato di circa il 50% rispetto al fair value di 42 dollari” (report aggiornato al 2 aprile 2019).

Mattel
Mattel è una delle aziende più grandi nel settore dei giocattoli. Le sue dimensioni le consentono di finanziare nuovi prodotti, espandersi nei mercati emergenti ad alta crescita ed effettuare acquisizioni. Inoltre, il portafoglio di marchi rende possibile lo sfruttamento di partnership con case di produzione televisive e cinematografiche. Per queste ragioni gli analisti di Morningstar riconoscono a Mattel una forte posizione di vantaggio competitivo (Economic maot). “La chiusura di Toys negli Usa è il punto più alto di un processo articolato di razionalizzazione del business che punta ad accumulare risorse da reinvestire nei marchi di punta per massimizzare la redditività del capitale. I primi dati danno ragione al management e le nostre previsioni indicano per i prossimi cinque anni un miglioramento del margine Ebitda dall’attuale 5% al 18% nel 2023”, dice Jaime M. Katz analista di Morningstar (report aggiornato al 29 aprile 2019).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Fiat Chrysler Automobiles NV12,02 EUR0,64
L Brands Inc22,53 USD0,09
Mattel Inc11,75 USD-0,84

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar