Si avvisano gli utenti che al momento stiamo riscontrando dei problemi nella fase di registrazione ai servizi Premium e che è in corso la manutenzione ordinaria della sezione Portfolio. I due servizi torneranno operativi il prima possibile. Grazie per la pazienza.

4 società tech cinesi che ci piacciono

Chelsey Tam, analista di Morningstar, indica le migliori idee d’investimento del settore e commenta come le decisioni politiche di Pechino e le relazioni tra Cina e Usa potrebbero influenzarlo.

Valerio Baselli 17/01/2023 | 08:57
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Valerio Baselli: Buongiorno e benvenuti. Dopo un duro periodo di crisi che ha ricordato lo scoppio della bolla dot-com negli Stati Uniti, le cose stanno migliorando per i titoli tecnologici cinesi, grazie a una normativa meno stringente e al miglioramento delle prospettive di utili.

Qui con me per parlare di cosa aspettarsi dal settore tecnologico cinese c’è Chelsey Tam, analista azionario senior di Morningstar.

Chelsey, il 2022 è stato un anno molto impegnativo per la Cina e per il mercato azionario cinese. Come descriveresti oggi lo stato di salute del settore tecnologico cinese? E come lo stanno approcciando gli investitori globali?

Chelsey Tam: Sì, certo. Grazie per avermi invitato. Se guardiamo ai bilanci delle società di cui ci occupiamo, la maggior parte di essi sono piuttosto buoni, a parte uno o due piccoli operatori, ad esempio Bilibili (BILI). Ma per il resto, in genere hanno molta liquidità o liquidità sufficiente. Quindi, questo per quanto riguarda lo stato di salute dei bilanci. Se guardiamo ai conti economici e ai flussi di cassa, notiamo una forte riduzione dei costi in tutto il settore. Questo aiuta i margini e migliora la situazione per le aziende in futuro, perché possono essere gestite in modo più efficiente.

Per quanto riguarda l’appetito degli investitori globali, credo che sia gradualmente tornato. Abbiamo assistito a un rimbalzo del prezzo delle azioni di queste società. Ciò è dovuto all’alleggerimento del contesto normativo, alle riaperture in Cina e ai buoni progressi del processo di revisione da parte del PCAOB (Public Company Accounting Oversight Board).

Baselli: Tu copri diversi titoli tecnologici cinesi, in particolare attivi nell’e-commerce. Prima di menzionare nomi specifici, quali sono in generale le tue prospettive per questo settore? E come, secondo te, fattori esterni come le decisioni politiche di Pechino o le relazioni economiche tra Stati Uniti e Cina possono influenzarlo?

Tam: Quest’anno ci aspettiamo una ripresa per quanto riguarda lo shopping online e i servizi online, ad esempio la consegna di cibo. Ci aspettiamo una buona ripresa nel settore dei viaggi, il che è positivo anche per le piattaforme online attive nel turismo. Quindi, credo che quest'anno sia un anno di ripresa. Gennaio sarà ancora difficile, perché vediamo che diverse città raggiungono il picco in termini di casi di Covid-19. Ma poi, credo che in seguito si assisterà a una graduale ripresa delle attività economiche.

Per quanto riguarda le azioni politiche della Cina, ad esempio, il governo di Hangzhou ha visitato Alibaba e ha dichiarato di voler collaborare maggiormente. Quindi, ovviamente, ci sono prospettive migliori in termini di allentamento normativo. Inoltre, abbiamo visto che sono stati fatti dei progressi anche per la ristrutturazione del gruppo Ant. E poi, il governo ha anche detto che sosterrà l'economia delle piattaforme. Quindi, credo che tutto ciò sia molto positivo per il sentiment degli investitori.

Da ultimo, ma non per questo meno importante, come ho già detto, vediamo che le relazioni tra Stati Uniti e Cina si stanno riscaldando. Oltre al PCAOB, credo che la Cina abbia anche cambiato il capo degli affari esteri, che ha un linguaggio più morbido rispetto al precedente. Quindi, credo che anche questi siano elementi positivi per la Cina nel suo complesso, ma non credo che possano contribuire al rally dei prezzi delle azioni di queste società.

Baselli: Per concludere, quali sono attualmente le migliori idee di investimento tra le società da te coperte e perché?

Tam: Per quanto riguarda i beni fisici e l’e-commerce, Alibaba (BABA) è il nome che ci piace di più, perché i beni discrezionali si riprenderanno e Alibaba ne beneficerà molto. È il loro business principale. Per quanto riguarda il gaming e i media, ci piacciono Tencent (00700) e NetEase (09999) a causa della bassa valutazione e delle nostre previsioni di crescita a due cifre. Per quanto riguarda la pubblicità online, ci piace anche Baidu (09888), che beneficerà delle riaperture.

Baselli: Chelsey, grazie per il tuo tempo e le tue considerazioni. Per Morningstar, Valerio Baselli, grazie per l’attenzione.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Alibaba Group Holding Ltd ADR105,50 USD0,00Rating
Baidu Inc162,50 HKD0,00Rating
Bilibili Inc ADR23,27 USD0,00Rating
NetEase Inc Ordinary Shares141,00 HKD0,00Rating
Tencent Holdings Ltd380,00 HKD0,00Rating

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.