Perché piace lo yield negativo

Gli investitori sono disposti a pagare pur di avere titoli governativi con rendimento sotto lo zero. La scelta ha senso, alla luce dell'intervento della Bce con il Qe e della deflazione. Ma non è una strategia per tutti. 

Jose Garcia-Zarate 12/03/2015 | 11:55

Basta guardare al mercato obbligazionario dell’Eurozona - dove una buona fetta di bond a breve termine sta trattando con rendimenti negativi - per capire che ci troviamo in tempi strani. Gli investitori, di fatto, stanno segnalando che sono disposti a pagare per il privilegio di avere un government. Di sicuro non è un comportamento razionale. Almeno in apparenza.

Nei momenti in cui il mercato è sotto pressione, ad esempio quando c’è poca fiducia sulla solvibilità delle banche, potrebbe avere senso pagare qualcosa per un titolo governativo di qualità che assicuri il mantenimento del capitale. Ma, anche in momenti meno difficili, un rendimento negativo non implica necessariamente che un investitore stia andando verso una perdita sicura. Chi opera nel reddito fisso non dovrebbe mai dimenticare che lo yield è associato al prezzo e si muove in maniera contraria ad esso. L’unione fra prezzo e rendimento è una delle espressioni più alte della legge della domanda e dell’offerta: se la richiesta supera la disponibilità, il prezzo va su e il rendimento scende.

Nella situazione attuale dell’Europa, con i tassi di interesse vicini allo zero, non deve sorprendere vedere yield per le scadenze a breve e medio termine in territorio negativo. Semmai, bisogna capire come mai piacciono così tanto agli investitori.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Jose Garcia-Zarate  is an ETF analyst with Morningstar UK.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies