Gli ETF tematici stanno perdendo il loro fascino?

Negli ultimi mesi, i flussi si sono ridimensionati, in particolare sui trend tecnologici, dove ci sono stati anche riscatti. Resta alto l’interesse per la transizione energetica, nonostante la debolezza del settore in Borsa.

Sara Silano 20/12/2021 | 08:55
Facebook Twitter LinkedIn

Come sono cambiati i flussi verso gli ETF tematici nel 2021 (al 30 novembre)

Flussi netti verso gli ETF tematici nel 2020 - 2021

Gli ETF (Exchange traded fund) tematici erano stati protagonisti nel 2020, con una raccolta netta in Europa di quasi 70 miliardi di euro. Nel 2021, dopo i primi due mesi di flussi elevati, quelli successivi sono stati caratterizzati da un rallentamento. In ogni caso, in undici mesi sono stati praticamente raggiunti gli interi flussi dell’anno precedente.

La tecnologia brilla un po’ di meno
Non tutti i temi si sono comportati allo stesso modo. In particolare, l’interesse per i tecnologici ha subito un ridimensionamento. In questo universo sono compresi i trend innovativi che stanno producendo cambiamenti radicali nell’economia e nella società, come ad esempio l’intelligenza artificiale, i big data, il fintech e il cloud computing. Il segmento aveva conosciuto grande popolarità dopo lo scoppio della pandemia, perché il lockdown e le limitazioni agli spostamenti avevano incentivato il lavoro da remoto, gli acquisti online, le forme di comunicazione a distanza e di intrattenimento virtuale.

Nel 2021, alcuni temi hanno accusato deflussi, in particolare gli ETF specializzati su cloud computing, robotica e automazione, giochi e realtà virtuale. Per contro, continuano ad attrarre capitali gli strumenti con focus sulla digital economy e la mobilità del futuro.

Come sono cambiati i flussi verso alcuni dei principali ETF sul tema tecnologico nel 2021 (dati al 30 novembre)

Flussi verso gli ETF sui temi tecnologici nel 2021

Il tema tecnologico, tuttavia, rimane il più grande in termini di asset con 173,47 miliardi di euro, seguito dalle risorse naturali (101,08 miliardi) e dai trend sociali (9,17 miliardi).

Andamento del patrimonio degli ETF tematici nel 2021

Patrimonio degli ETF tematici europei 2021

Voglia di investimenti green
Nel corso del 2021 non si è spento l’interesse degli investitori per i temi legati all’ambiente, in particolare la transizione energetica e l’uso efficiente delle risorse, come l’acqua. Gli ETF sulla energy transition hanno raccolto 18.88 miliardi, quelli su resource management 11,25 miliardi.

Come sono cambiati i flussi verso alcuni dei principali ETF sul tema delle risorse naturali nel 2021 (dati al 30 novembre)

Flussi verso gli ETF sui temi ambientali nel 2021

Torna l’interesse sui trend demografici
Dopo un 2020 sottotono, gli ETF con focus sui cambiamenti sociali hanno ripreso slancio quest’anno, in particolare quelli specializzati sui trend demografici e i consumi. I primi hanno raccolto circa 3 miliardi di euro, i secondi 1,5 miliardi di euro.

Come sono cambiati i flussi verso alcuni dei principali ETF sul tema dei cambiamenti sociali nel 2021 (dati al 30 novembre)

Flussi verso gli ETF sui temi sociali nel 2021

Gli ETF tematici più grandi
Tra i temi analizzati in questo articolo, l’ETF più grande è iShares Global clean energy, con 5,16 miliardi di asset, che è specializzato sul settore delle energie alternative. Tuttavia, gli strumenti specializzati sulla transizione green, dopo un 2020 con performance da incorniciare, quest’anno non sono riusciti a tenere il passo di fronte al riscatto dei fondi azionari che puntano sulle fonti tradizionali.

Al secondo posto troviamo iShares Automation&Robotics, che ha un focus sull’automazione e la robotica, un segmento che in Borsa ha proseguito la sua corsa nel 2021. Al terzo posto, si colloca uno strumento che investe in aziende che sviluppano sistemi per proteggersi dagli attacchi informatici. Si tratta di L&G Cyber Security, che ha un patrimonio di 2,6 miliardi di euro.

ETF tematici per dimensioni

Hanno dimensioni più piccole, gli ETF specializzati sui cambiamenti sociali, in particolare il trend demografico e quello dei consumi. Tra questi, il più grande è iShares Ageing Population, che investe in società che realizzano ricavi significativi dalla produzione di beni e servizi per rispondere alle necessità della popolazione che invecchia. Ne sono esempi le imprese biofarmaceutiche, le compagnie di assicurazione sulla vita e la salute, i viaggi e le case di cura.

 

 

 

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Visita il nostro sito dedicato ai servizi e alle soluzioni di ricerca e selezione fondi.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia