La parità di genere passa anche dall’educazione finanziaria

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA. La carenza di cultura finanziaria ha tra le sue cause una minore disponibilità economica e un mancato accesso alle risorse della famiglia. Collegata anche all’occupazione femminile, è leva imprescindibile per uno sviluppo sostenibile del paese.

Valerio Baselli 06/03/2020 | 08:48

Gli investimenti? Roba da maschi. Almeno secondo una recente indagine a cura di Eumetra MR per conto della società di credito al consumo Agos. Infatti, se da un lato il sondaggio certifica che le donne partecipano attivamente nella gestione delle spese familiari (74%) – ancorché in ambiti ancora circoscritti come l’abbigliamento (91%), gli acquisti per la casa (86%) o per i figli (85%) – dall’altro si conferma che la pianificazione finanziaria (laddove presente) è ancora appannaggio dell’uomo (70% dei casi).

Secondo l’analisi, l’ambito in cui più di ogni altro si deve progredire riguarda proprio la formazione alla pianificazione finanziaria. Le donne italiane, infatti, sui temi economico-finanziari mostrano per lo più una preparazione da autodidatta, che sfocia in una minore confidenza con la gestione del denaro e con la trasformazione del capitale risparmiato attraverso adeguati investimenti, e soprattutto una minor autonomia (e quindi una maggior dipendenza dai parenti e dalle figure maschili).

Dal punto di vista della cultura finanziaria gli uomini sono più preparati e hanno accesso a fonti più professionali e dirette, come consulenti bancari e finanziari, mentre il punto di debolezza delle donne sta nel fatto che il loro processo di formazione è più interno alla famiglia, come se si appoggiassero di più agli uomini in questa materia.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar