Healthcare all’esame di profittabilità

La concorrenza dei generici minaccia i margini del settore ma, dicono gli analisti di Morningstar, il miglioramento dell’efficienza produttiva è la chiave per continuare a mantenere alta la redditività. Ecco le aziende meglio posizionate e scambiate ai prezzi più convenienti.  

Francesco Lavecchia 24/07/2018 | 14:56
Facebook Twitter LinkedIn

L’efficienza è l’asso nella manica dei big del pharma. La concorrenza dei prodotti generici e l’ammonizione da parte dell’Autorità americane del farmaco a negoziare con le strutture sanitarie condizioni più favorevoli per queste ultime sono due variabili che minacciano l’elevata profittabilità del settore. Tuttavia, dicono gli analisti di Morningstar, il miglioramento dei processi di produzione aiuterà le aziende del comparto a mantenere alta la redditività del capitale.

“Mediamente stimiamo che il gross margin dei farmaceutici rimanga stabilmente attorno al 76% nei prossimi cinque anni, sostenuto sia dalla maggior efficienza operativa che dall’elevata profittabilità di alcune nuove terapie, il cui margine lordo supera il 90%”, dice Karen Andersen analista azionaria di Morningstar.

Le best idea nel pharma
Dall’analisi delle società dell’healthcare con Moat medio e ampio all’interno dell’universo coperto dagli analisti di Morningstar sono emersi alcuni nomi che si distinguono per la loro efficienza operativa e per le convenienti quotazioni di mercato. Nel segmento del pharma GlaxoSmithkline e Sanofi sono entrambe impegnate in programmi per migliorare i processi di manifattura dei prodotti e sono scontate rispettivamente del 15% e del 19% rispetto al fair value. In quello della biotecnologia, Biogen (BIIB), Biomarin e Roche hanno dalla loro la possibilità di sfruttare le nuove tecnologie di produzione.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Biogen Inc296,46 USD-0,68Rating
Biomarin Pharmaceutical Inc78,54 USD1,49Rating
Roche Holding AG384,40 CHF-0,10

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies