Il robo advisor è un gioco per grandi

Negli Stati Uniti, le piccole aziende specializzate nell’attività della consulenza digitale faticano a gestire il business in maniera profittevole. Nel settore comandano i maggiori gruppi finanziari.  

Francesco Lavecchia 20/07/2018 | 09:07

L’applicazione della tecnologia e degli algoritmi matematici al processo di selezione degli investimenti ha rivoluzionato il modo di fare consulenza finanziaria ma non i rapporti di forza all’interno del settore. Negli Stati Uniti, gli elevati costi operativi, gli oneri legati all’acquisizione di nuovi clienti e il basso rendimento dagli asset gestiti si sono rivelati ostacoli estremamente ostici da superare per le piccole società specializzate nel robo advisoring e questo ha creato un processo di selezione naturale all’interno dell’industria che ha premiato i grandi gruppi finanziari, in grado di cannibalizzare il mercato allargando la loro offerta anche alla consulenza digitale. Molti pure player sono falliti, altri sono oggetto di M&A, mentre sono pochissimi quelli che sono stati in grado di gestire il business in maniere profittevole.

L'analisi del settore 
Le società di robo advisoring si pongono a metà strada tra i broker e i wealth manager, ma a differenza di questi ultimi non sono state in grado di sviluppare un modello di business che le permettesse di proteggersi dalla concorrenza, quello che a Morningstar chiamiamo Economic moat. Gli operatori che offrono servizi di trading a basso costo hanno il vantaggio di poter realizzare economie di scala molto elevate, mentre quelli attivi nella gestione patrimoniale, potendo contare su un’offerta molto più ricca e variegata di prodotti e servizi, riescono a esercitare un maggior potere contrattuale nei confronti della clientela e dunque a ricavare alti margini di profitto.

I robo advisor, da parte loro, offrono servizi indifferenziati a basso costo e per questo hanno bisogno di ottenere una base-utenti molto importante in modo da realizzare economie di scala sufficientemente elevate da poter rendere il loro business profittevole. Tale risultato è difficile da realizzare a causa degli enormi investimenti in marketing necessari per conquistare una fetta di mercato tale da raggiungere il break-even dell’attività. Molte società hanno speso decine - a volte centinaia - di milioni di dollari per raggiungere economie di scala sufficienti, ma poi hanno dovuto impiegare anni prima di recuperare l’investimento fatto.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar