Quei fondi d’oro così responsabili

Ecco quali sono gli strumenti che uniscono l’Analyst rating Gold ai punteggi più alti di sostenibilità.

Marco Caprotti 24/05/2018 | 09:45
Facebook Twitter LinkedIn

Europa e mercati emergenti: è in queste due aree che bisogna muoversi se si vogliono fondi di investimento con Analyst rating Gold e un giudizio di sostenibilità di quattro o cinque Globi (nessuno degli strumenti ha un esplicito mandato ESG, ma va anche aggiunto che i fondi Comgest integrano da anni i principi di sostenibilità nei loro fondi).  In generale, i comparti che si collocano nel decimo percentile più alto della categoria ottengono il Morningstar Sustainability Rating massimo (espresso come High e graficamente rappresentato con cinque globi), quattro (above average) per il successivo 22,5% dei fondi. Tre globi (average) e due globi (below average) vanno rispettivamente al 35% e al 22,5% di quelli che seguono. Un globo, low, per l’ultimo 10% in classifica. 

Nella tabella sotto sono elencati i fondi con Analyst rating Gold venduti in Italia che hanno un giudizio di sostenibilità above average e high e la loro posizione in ognuno dei tre segmenti (Environmental, Social e Governance) rispetto alla categoria di appartenenza.

esg1

Quattro Globi
Comgest Growth Emerging Markets EUR R Acc . Il fondo ha un punteggio di ESG di 78 rispetto al resto della sua categoria (mercati emergenti globali). ”ll primo passo del processo di investimento è quello di identificare le società solide dal punto di vista finanziario, con posizioni di mercato dominanti e alta profittabilità a prescindere dal ciclo di mercato”, spiega Mathieau Caquineau, fund analyst di Morningstar in un report del primo agosto 2017. “Per questo motivo, in particolare, titoli come quelli delle banche sono esclusi dall’universo di investimento. Le azioni che hanno passato la selezione vengono sottoposte a una rigorosa analisi che prevede visite alle società, meeting con il management e incontri con i concorrenti. A questo punto si passa a un processo di valutazione basato sugli utili e sui dividendi. L’orizzonte temporale è di lungo periodo: in questo modo si riduce il turnover di portafoglio e, di conseguenza, i costi di transazione”.

Jupiter European Growth L USD Acc HSC. “La strategia è slegata dal benchmark per permettere al gestore di trovare le migliori opportunità nel Vecchio continente”, spiega Samuel Meakin, fund analyst di Morningstar in un report del 3 maggio 2018. “Il gestore costruisce il portafoglio in maniera bottom up, utilizzando l’analisi fondamentale e con un contatto costante con le società nelle quali investe. L’obiettivo è quello di puntare su aziende che possono avere profitti e margini in crescita e sostenibili nel lungo periodo. Per questo cerca società che abbiano un buon track record in termini di profittabilità con prodotti e un business model che hanno avuto successo”.

First State Greater China Gr A Acc EUR. “E’ una strategia che investe su tutti i tipi di capitalizzazione con un portafoglio concentrato”, spiega Germaine Share, fund analyst di Morningstar in un report del 28 dicembre 2017. “Il team di gestione utilizza un processo bottom up testato nel tempo cercando società società di qualità che abbiano una crescita sostenibile e valutazioni interessanti. I tratti distitivi del portafoglio sono il basso turnover e l’approccio sganciato dal benchmark. In generale questo strumento ha molte delle caratteristiche che ci piacciono: gestori capaci e aiutati da un valido team di ricerca, un processo di investimento che ha dimostrato di funzionare e un track record di tutto rispetto.

Cinque globi
Comgest Growth Europe EUR R Acc. “Questo fondo è gestito con un alto livello di esperienza è può diventare la parte core di un portafoglio”, spiega Caquineau in un report del primo agosto 2017. “La strategia è quella di puntare su società di qualità capaci di crescere indipendentemente dal ciclo economico. Queste aziende di solito hanno una posizione dominante nel loro settore, un solido management e bilanci in ordine. Di conseguenza sono esclusi i titoli appartenenti ai settori più ciclici come, ad esempio, i finanziari. Il team si concentra su società che abbiano un chiaro vantaggio competitivo come quelle dell’healthcare o della tecnologia. Questo approccio è chiaramente improntato al lungo periodo e le azioni che fanno parte del portafoglio tendono ad essere molto stabili”.

In giro per l’Europa
Nella tabella sotto, sono invece elencati i fondi venduti in Europa, ordinati per patrimonio, con un Analyst rating positivo e un giudizio Esg di cinque globi.

esg2

Per maggiori informazioni sugli investimenti sostenibili e il Morningstar Sustainability Rating, visita il mini-sito dedicato.

Visita il mini-sito Morningstar dedicato a MIFID II.

L'analisi è stata realizzata con la piattaforma per professionisti finanziari, Morningstar Direct. Clicca qui per saperne di più sulle sue funzionalità.

 

Leggi tutti gli articoli Morningstar sugli investimenti sostenibili 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.