Assicurativi, chi può vincere la sfida Mifid II

La nuova regolamentazione europea cambierà faccia anche al settore dei prodotti assicurativi. Specializzazione e distribuzione possono fare la differenza, secondo un recente report di Morningstar.  

Francesco Lavecchia 12/12/2017 | 13:14
Facebook Twitter LinkedIn

Mifid II e IDD (Insurance Distribution Directive) mischiano le carte nel settore assicurativo europeo e Generali ha tutto per fare sua la partita in Italia. Le aziende del comparto possono far leva su due fattori per battere i competitor: la specializzazione e la distribuzione. Le compagnie che operano in alcuni segmenti del ramo danni, come ad esempio quelle nel campo della marina, dell’aviazione e delle fideiussioni creditizie riescono a ricavare mark-up più elevati grazie al fatto di avere a disposizione una mole di dati storici che permettono loro di prezzare nel modo più redditizio le polizze assicurative (la cosiddetta specializzazione).

Nel caso del ramo vita, invece, dove i prodotti sono fortemente standardizzati è possibile battere i competitor sul terreno della redditività puntando sull’efficienza della rete distributiva, che permette di ridurre i costi nell’acquisizione di nuovi clienti e di aumentare il grado di fidelizzazione degli stessi.

Cosa ci si aspetta dal cambiamento delle regole 
Le nuove direttive europee impongono ai distributori di prodotti assicurativi l’obbligo di tutelare i loro clienti attraverso una valutazione della gamma di soluzioni di investimento che siano coerenti con il loro profilo di rischio e con la loro conoscenza finanziaria, quello di richiedere agli emittenti maggiori informazioni sulla natura degli strumenti offerti e di assicurare un servizio di consulenza post-vendita per verificare periodicamente la coerenza del prodotto con le necessità del risparmiatore. Le norme vanno inoltre nella direzione di garantire una maggior trasparenza dei costi e della politica di incentivi agli intermediari.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Assicurazioni Generali18,19 EUR0,83Rating
Aviva PLC392,80 GBX0,38Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy