Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Nordea 1 – Global stable equity è ancora Bronze

IL FONDO DELLA SETTIMANA. La strategia è basata sulla ricerca di società con utili stabili, valutazioni attraenti e bassa volatilità. Bene la riduzione delle fee sulla classe BP, ma c’è ancora spazio per una discesa.

Sara Silano 07/06/2017 | 16:38
Facebook Twitter LinkedIn

La ricerca di titoli con utili stabili, valutazioni attraenti e una volatilità bassa è il cuore del processo di investimento ideato e utilizzato dai gestori del fondo Nordea 1- Global stable equity, Robert Naess e Claus Vorm. Il primo ha oltre vent’anni di esperienza ed è entrato in Nordea nel 2004, lo stesso anno di Vorm. Il duo può contare sul supporto del team multi-asset della società norvegese.

L’enfasi sulle valutazioni e la stabilità degli utili delle aziende differenzia il comparto dalle strategie low volatility in senso stretto. Nonostante il team non abbia raggiunto l’obiettivo di ridurre la volatilità di due terzi rispetto all’Msci World, le performance sono solide e l’indice di Sharpe è migliore rispetto ai concorrenti e al benchmark dal 2010.

Nel riconfermare l’Analyst rating pari a Bronze (report di Mathieu Caquineau del 23 maggio 2017), gli analisti di Morningstar valutano positivamente la decisione di ridurre le commissioni di 10 punti base per la classe BP, presa dalla società a febbraio 2016. “E’ un segnale della volontà di Nordea di trasferire alcune economie di scala ai sottoscrittori”, dicono. “Anche se ci sono ancora ampi spazi di miglioramento per rendere i costi più competitivi”.

Leggi il report redatto da Mathieu Caquineau il 23 maggio 2017.

Per informazioni sul codice etico degli analisti e la metodologia, clicca qui.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia