Il nuovo corso delle rinnovabili

Cresce la redditività del settore delle energie alternative in Italia e in Europa, anche se diminuiscono gli incentivi pubblici. E gli investitori tornano protagonisti.

Sara Silano 09/06/2016 | 15:25
Facebook Twitter LinkedIn

L’industria delle energie rinnovabili non è più una nicchia di mercato. Secondo l’Irex annual report 2016 redatto da Althesys strategic consultants, nonostante la debolezza congiunturale, nel 2015 il segmento ha catalizzato la maggior parte degli investimenti in nuova generazione elettrica in Europa e un’ulteriore spinta dovrebbe arrivare dall’accordo per l’estensione del Pacchetto Clima al 2030 che richiede una quota di rinnovabile almeno del 45% dei consumi elettrici.

L’Italia non fa eccezione. Nel 2015, gli investimenti hanno superato i 9,9 miliardi di euro con un aumento della potenza del 31,5% rispetto al 2014. Il settore, però, è in evoluzione: dopo la prima fase di rapida crescita, dal 2013 è cominciato il consolidamento.

Redditività in aumento
La diminuzione degli incentivi pubblici, una tendenza comune in Europa, ha un minore impatto rispetto al passato, in quanto il progressivo calo dei costi migliora la sostenibilità economica di questi investimenti. Come si legge nel report, la riduzione degli stimoli non ha modificato in modo sostanziale il quadro del settore eolico, “che mostra ancora una buona profittabilità nella maggior parte dei paesi europei”. Per quanto riguarda il fotovoltaico, la crescita nel 2015 è stata del 15%, pari a 8 GW (gigawatt) di nuova potenza, soprattutto tramite le installazioni medio-piccole, le quali sono competitive con le fonti tradizionali nei paesi dove i prezzi elettrici al consumo sono alti, anche se, come in Italia e Spagna, sono stati sospesi gli incentivi diretti (laddove permangono gli stimoli hanno una reddittività ancora più alta).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
BGF World Energy C2 EUR11,37 EUR1,92Rating

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy