Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

VIDEO: Italia, il peggio è passato

Secondo Bruno Rovelli di BlackRock, il rally di mercato dell’Eurozona non è finito e in futuro sarà guidato dal miglioramento del ciclo economico. In Piazza Affari, le opportunità sono superiori ai rischi.

Valerio Baselli 09/06/2015 | 10:42
 

Valerio Baselli: Buongiorno, ci troviamo all’ITForum 2015, sono in compagnia di Bruno Rovelli, responsabile strategie d’investimento di BlackRock Italia. Buongiorno e grazie.

Bruno Rovelli: Buongiorno.

Baselli: Parliamo del mercato italiano. Al pari delle altre principali piazze europee, Borsa Italiana ha subito una brusca frenata. Basti pensare che il Ftse Italia AllShare è balzato del 22% nel primo trimestre, per poi perdere lo 0,20% in aprile e guadagnare solo l’1,8% nell’ultimo mese (al 20 maggio, Ndr). Si tratta solo di una pausa oppure il rally è finito?

Rovelli: Noi pensiamo che il mercatop europeo abbia fatto una perfomance molto forte in anticipazione, e poi anche quando è stato eseguito, dell’easing quantitativo della Bce. Ora questo è ormai acquisito nelle quotazioni attuali, il prossimo rally di mercato, che secondo noi ci sarà nei prossimi anni, sarà guidato principalmente dal miglioramento effettivo del ciclo economico e dal miglioramento degli utili. La parte più facile, guidata dalla liquidità, secondo noi è alle nostre spalle.

Baselli: Quindi secondo voi gli effetti maggiori del Qe sono già passati?

Rovelli: Dal punto di vista della reazione dei mercati pensiamo di sì, dal punto di vista dell’impatto sull’economia, pensiamo che vedremo degli effetti positivo nel corso dei prossimi 12-18 mesi.

Baselli: Quali sono oggi le opportunità e i rischi principali connessi a un invstimento sul mercato italiano?

Rovelli: I rischi sono in parte simili a quelli dell’Eurozona. Sono sei anni che il ciclo dell’Eurozona sorprende in negativo; di fatto l’economoa italiana non ha registrato nessuna espansione negli ultimi sei anni. Quindi il rischio è che anche questa volta questi segnali di ripresa che cominciamo a vedere poi alla fine non si manifestino in una ripresa effettiva. E poi il secondo rischio ha a che fare con l’architettura istituzionale dell’Eurozona, che sappiamo essere ancora in costruzione, e ci sono dei rischi politici associati a questo assestamento. Ma secondo noi, oggi le opportunità sono superiori ai rischi.

Baselli: Perfetto, grazie ancora a Bruno Rovelli.

Rovelli: Grazie a voi.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar in Francia e Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar