Quanto valore c’è nei consumi Made in China

La crescita della popolazione e del reddito medio continueranno a spingere la spesa delle famiglie cinesi anche nei prossimi anni. Questo è un macro-trend che gli investitori non possono farsi sfuggire. Ecco su quali titoli puntare. 

Francesco Lavecchia 22/04/2015 | 09:48
Facebook Twitter LinkedIn

Molti investitori vedono il rallentamento della Cina come una minaccia al rendimento del proprio portafoglio. Ma il problema, a nostro avviso, è solo di chi non ha una visione di lungo periodo. Il Dragone sta proseguendo la sua transizione verso un’economia basata sui consumi. Questo pesa sulla crescita globale e, nel breve periodo, rappresenta uno dei freni alla corsa dei listini, ma siamo davanti a uno di quei macro-trend che nessun investitore dovrebbe farsi scappare. La scelta migliore, in questo caso, è quella di ragionare in prospettiva e puntare sui cavalli vincenti.

Nonostante i consumi interni continuino a rappresentare ancora per il 35% del Pil del Paese, contro il 70% di quelli occidentali, la crescita della popolazione (anche in virtù dell’addio alla politica del figlio unico) e del reddito medio pro-capite contribuiranno anche nei prossimi anni all’aumento della domanda di beni e servizi.

La pancia dei cinesi fa gola a tutti
Gli ultimi dati indicano che la Cina è diventata il primo consumatore di cibo a livello globale. La produzione interna non riesce a sostenere le richieste della popolazione e, dopo i recenti scandali e i casi di contraffazione, la fiducia dei cinesi nei prodotti di casa propria è ai minimi storici. Così Pechino è costretta a importare alimenti per 95 miliardi di dollari (ben oltre il totale delle sue esportazioni pari a 58 milioni).  

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Coca-Cola Co57,03 USD-0,04Rating
Dongfeng Motor Group Co Ltd Class H6,88 HKD1,18Rating
Philip Morris International Inc100,09 USD-0,20Rating
The Swatch Group AG Bearer Shares302,70 CHF-0,92Rating
Want Want China Holdings Ltd5,24 HKD-1,50Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies