Le regole del vantaggio

Morozov presenta l’approccio Morningstar all’investimento in azioni.

Francesco Lavecchia 13/11/2014 | 11:11

Chi pensa che investire in Borsa sia come giocare al lotto sbaglia. Gli strumenti per selezionare titoli di valore esistono. Basta conoscerli e saperli usare nel modo opportuno. Lo strumento utilizzato da Morningstar, spiega Alex Morozov, CFA, responsabile per la ricerca europea sull’equity, in Italia per la MIC, è l’Economic moat (vantaggio competitivo), ovvero la capacità di un’azienda di mettersi al riparo dalla concorrenza e generare rendimenti del capitale superiori alla media in maniera sostenibile nel tempo.

Il “vantaggio” per l’investitore
Perché l’Economic moat è importante? Morningstar ha risposto alla domanda in un libro di recente pubblicazione dal titolo Why Moats Matter: The Morningstar Approach to Stock Investing, scritto da Heather Brilliant ed Elizabeth Collins. Un’azienda che ha un vantaggio competitivo è in grado di creare valore per l’azionista. Essa, infatti, riesce a ricavare un maggiore rendimento del capitale dai suoi investimenti, mostra una crescita più veloce degli utili e dei dividendi e tende ad avere flussi di cassa più alti e più facilmente prevedibili e un livello di rischio più contenuto. Il Moat, inoltre, non è solitamente incorporato nelle quotazioni di Borsa. Questo perché la sua importanza la si scopre nel lungo periodo e il mercato è solitamente miope nel valutare l’evoluzione futura di un settore.

Sono diversi i modi con cui una società riesce a costruirsi una posizione di vantaggio competitivo. In alcuni casi è legata alla capacità di produrre a bassi costi di produzione. In questo modo si ha la possibilità di offrire i prodotti e i servizi a prezzi competitivi guadagnando comunque un margine di profitto elevato.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Analista Azionario di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar