Casa è dove c’è l’utile

eBay ha deciso di riportare in Usa i guadagni realizzati all’estero. Una scelta costosa in termini di tasse, ma che potrebbe rendere un po’ di valore agli azionisti. Ed essere seguita da altre big corporate. 

Marco Caprotti 03/06/2014 | 14:56
Facebook Twitter LinkedIn

Pagare più tasse per dare più valore agli azionisti. Un apparente paradosso che le grandi corporate americane potrebbero presto trovarsi ad affrontare. E che potrebbe trasformarsi in un’opportunità di investimento.

Ad aprire la strada è stata eBay. Il colosso americano delle aste online in occasione dell’ultima trimestrale ha annunciato di aver rimpatriato 9 miliardi di dollari realizzati con le sue operazioni all’estero. Una scelta dolorosa dal punto di vista fiscale, visto che almeno 3 miliardi di quei soldi se ne sono andati in tasse (il trattamento fiscale degli utili realizzati all’estero negli Usa è particolarmente oneroso) ma, per certi versi, vantaggiosa.

L’utile soffre anche all’estero
“E’ vero che tenere i soldi all’estero per molte aziende è vantaggioso dal punto di vista delle tasse, ma si tratta comunque di una scelta costosa”, spiega Matt Coffina, analista di Morningstar. “Secondo i nostri calcoli ogni dollaro di profitto che resta all’estero per cinque anni – e che quindi non è direttamente utilizzabile dalla società – perde il 40% del suo valore”. Oltre a questo, il denaro fuori confine non può essere utilizzato per operazioni come il riacquisto di azioni proprie e l’aumento dei dividendi.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Apple Inc161,84 USD-1,17Rating
AstraZeneca PLC8.191,00 GBX-0,49Rating
Coca-Cola Co53,54 USD0,89Rating
eBay Inc67,05 USD-0,64Rating
Pfizer Inc54,27 USD2,32Rating

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy