Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies
Video Center
Bookmark and Share
By Valerio Baselli| 2-15-2017 12:00 AM

Il Morningstar Sustainability Rating

La valutazione ESG per i fondi e gli Etf è stata lanciata nel marzo 2016, con l’obiettivo di dare agli investitori uno strumento per misurare il profilo di sostenibilità di un fondo.

Link Correlati

Il Morningstar Sustainability Rating per i fondi e gli Etf è stato lanciato nel marzo 2016, con l’obiettivo di dare agli investitori uno strumento per misurare il profilo di sostenibilità di un fondo, basandosi sulle società che detiene in portafoglio e non semplicemente sulle intenzioni o sulla politica d’investimento dichiarata.

Molte delle più importanti aziende del mondo stanno cominciando a integrare esplicitamente la sostenibilità come parte delle loro strategie di business a lungo termine. Inoltre, sempre più ricerche accademiche suggeriscono una correlazione tra una gestione di tipo ESG, una maggiore crescita e una riduzione del costo del capitale.

Come risultato, un numero crescente d’investitori cerca di comprendere meglio il profilo di sostenibilità delle aziende presenti nei fondi, anche perché ha senso prendere in considerazione questi fattori da un punto di vista finanziario. Naturalmente, il passo successivo è allineare il portafoglio con le eventuali preferenze per quelle aziende che rispettano i criteri ambientali, che trattano i loro dipendenti in una maniera appropriata, che producono prodotti di qualità e che sono gestite in modo trasparente e con una visione a lungo termine.

Il rating ha due componenti. La prima esamina la società sotto il profilo delle politiche ambientali, sociali e di governance, la seconda componente valuta invece le controversie, cioè il coinvolgimento della società in alcuni fatti che potrebbero impattare gli interessi degli stakeholder e, di conseguenza, del business dell’azienda stessa (come nel caso di falsificazione di dati sulle emissioni di un motore).

Ad oggi, in Europa, Morningstar assegna il Sustainability Rating a oltre 10.500 fondi, quando i comparti con un esplicito mandato ESG non arrivano a 1.600. Il rating consente quindi agli investitori di incorporare il concetto di sostenibilità nella propria asset allocation, senza limitarsi ai soli fondi che si dichiarano socialmente responsabili.

Infine, è importante sottolineare che il Sustainability Rating non dovrebbe essere utilizzato in modo isolato. È una misura che non guarda le performance finanziarie e non descrive un processo d’investimento. Perciò, affiancarlo ad esempio al Morningstar Analyst Rating, il nostro giudizio qualitativo, può in effetti dare una visione più completa sull’opinione che Morningstar ha di quel determinato fondo.

Add a Comment
E-mail me new replies.