Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

Rivoluzione fiscale per i fondi italiani

Governo pronto a dare l’ok sulla parità fiscale tra italiani ed esteri.

Valerio Baselli 14/10/2009 | 16:13
È attesa a brevissimo la delibera dell’esecutivo sui tre emendamenti presentati dai senatori Pdl Bonfrisco, Tancredi e Germontani sul regime fiscale dei fondi comuni d’investimento.

Ad oggi, i fondi italiani (e lussemburghesi storici) sono soggetti alla tassazione sul maturato, quindi in capo al fondo stesso. La proposta è di passare al prelievo dell’aliquota del 12,5% sul realizzato, quindi in capo al sottoscrittore al momento della riscossione dei proventi o del disinvestimento. Esattamente come avviene già per i fondi di diritto estero.

La conseguenza immediata dell’equiparazione tra comparti italiani ed esteri è lo smantellamento dei crediti d’imposta maturati ad oggi dai fondi domestici (circa 5 miliardi di euro). Questo, come prevedibile, è il nodo più difficile da sciogliere, anche alla luce della cattiva salute dei conti pubblici. Gli emendamenti presentanti suggeriscono la cessione dei crediti da parte degli Oicr (Organismi d’investimento collettivo del risparmio) alle Sgr (Società di gestione del risparmio) o ai soggetti incaricati del collocamento, in modo da garantire liquidità.

Il nuovo regime dovrebbe entrare in vigore dal primo gennaio 2010. Per il momento, la proposta è al vaglio del Senato.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Redattore di Morningstar in Italia