Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

La Cina è sempre più luxury

Il paese asiatico, dicono le analisi di Morningstar, guiderà la crescita del settore nei prossimi 10 anni. Merito dell’aumento degli stipendi in segmenti come finanza e tecnologia che farà ampliare il numero dei ricchi.

Marco Caprotti 10/09/2019 | 11:34

La Cina ha fame di lusso. E, dicono le analisi di Morningstar, l’appetito per gli oggetti di alta gamma nella prima economia emergente del mondo sembra non voler passare. La voglia di articoli che rappresentino lo status symbol non è comunque un fenomeno di oggi. “Gli acquisti da parte dei consumatori cinesi hanno rappresentato il 60% della domanda di lusso a livello globale negli ultimi 10 anni”, spiega Jelena Sokolova, analista di Morningstar. “Ci aspettiamo che, nel prossimo decennio, pesi per il 50% della crescita delle richieste”. Questo ampliamento nei consumi dovrebbe essere guidato da un aumento dei salari aiutato da un maggiore grado di educazione delle generazioni più giovani.  “La nostra stima si basa sul numero di persone impiegate in settori con stipendi alti come la tecnologia e la finanza che, nel periodo 2013-2017, sono cresciute del 25%. Secondo gli ultimi dati disponibili gli stipendi delle persone che guadagnano di più sono saliti, mediamente del 9%”, dice l’analista

La crescita della domanda di lusso in Cina nell’ultimo decennio

Domanda lusso in Cina

 

Il forte contributo del consumo cinese nel mercato globale del lusso è illustrato anche dalle spese effettuate fra i confini domestici e all’estero. Secondo uno studio di Bain & Co nel 2018 hanno pesato per il 33% del fatturato mondiale del settore con una crescita del 12% rispetto al 2018 (vedi grafico sotto).

Domanda lusso in Cina 2

 

“Noi crediamo che la Cina continuerà ad essere uno dei driver principali del consumo di lusso nei prossimi 10 anni grazie a una popolazione che diventa sempre più ricca”, spiega l’analista. “A questo è legato il fatto che gli acquisti di lusso pro capite sono ancora al di sotto di quelli degli europei, degli americani e dei giapponesi le cui spese in questo segmento, peraltro, sono più alte di quello che i loro stipendi suggeriscono”.

Spese nel lusso di europei, americani, giapponesi e cinesi a confronto
Spese nel lusso a confronto

 

Aumentano i clienti
Il consumo di lusso cinese, secondo uno studio di McKinsey, è guidato da una classe di ricchi relativamente piccola (circa 25-30 milioni di persone - o il 2% di una popolazione composta da circa 1,4 miliardi di persone – che guadagnano oltre 45mila dollari l’anno) e da una classe media composta da 60-65 milioni di individui (che guadagnano fra i 30mila e 45mila dollari l’anno). “Il risultato è che solo il 6-7% della popolazione cinese è cliente del settore lusso”, spiega l’analista di Morningstar. “Con il crescere degli individui impiegati in settori ad alti stipendi, la quota di quelli che guadagneranno oltre 30mila dollari aumenterà di anno in anno. Il risultato sarà che sempre più persone potranno permettersi oggetti di lusso”.

Gli stipendi nei diversi settori dell’economia cinese
Stipendi in Cina

 Leggi le altre analisi sulle Azioni nella sezione dedicata nel nuovo sito Morningstar.it

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar