Idee per investire in Cina

Agricultural Bank of China e China Mobile hanno un forte mercato domestico e uniscono qualità a quotazioni di mercato convenienti.

Francesco Lavecchia 14/05/2019 | 10:35

Grazie ad una rete di oltre 12.000 filiali, Agricultural Bank of China (ABC) ha una posizione dominante nelle zone rurali della Cina. In queste aree la clientela tende a richiedere prodotti standardizzati ed è restia a cambiare referente per la richiesta di servizi finanziari e questo le permette di far affidamento su una base di depositi stabile che viene poi utilizzata per finanziare i prestiti nelle città. Inoltre, le elevate barriere all’ingresso di nuovi competitor, dati gli ingenti capitali necessari per replicare una rete di filiali paragonabile a quella dei maggiori operatori, garantiscono ad ABC una posizione di vantaggio all’interno del settore.

I provvedimenti del Governo aiutano il business di ABC
In Cina, infatti, il mercato bancario è caratterizzato da una struttura oligopolistica, con il Governo che detiene partecipazioni importanti nel capitale sociale dei quattro maggiori istituti di credito e regola in maniera stringente lo spread sui tassi di interessi. Cosa che non facilita la concorrenza. Forte del suo radicamento nelle aree rurali e dell’estesa rete di filiali nelle città, ABC ha tratto grosso beneficio dalla recente fase di accelerazione del processo di urbanizzazione del paese, ma al momento i conti della banca risentono della contrazione dei margini di interesse a causa della politica monetaria espansiva da parte della Banca centrale. Nei prossimi anni, comunque, l’istituto dovrebbe trarre vantaggio dall’aumento della ricchezza delle famiglie nelle aree rurali in seguito alle iniziative intraprese dal Governo per favorire il credito in quelle zone e gli analisti prevedono nei prossimi cinque anni una crescita degli utili per azione dell’8%. La stima del fair value è pari a 4,80 dollari di Hong Kong (report aggiornato al 29 aprile 2019) e vale a Agricultural Bank of China un rating di 4 stelle.  

China Mobile, il vero ostacolo alla crescita è lo Stato
Grazie ai suoi oltre 900 milioni di clienti China Mobile è il primo operatore telecom non solo in Cina, ma anche a livello globale. Le sue dimensioni le garantiscono la possibilità di realizzare elevate economie di scala che sono la fonte principale della sua redditività superiore alla media e di flussi di cassa generosi e costanti nel tempo che l’azienda utilizza per finanziare investimenti strutturali, come la rete 4G e 5G, e per offrire nuovi prodotti e servizi ai propri clienti.

“Il principale ostacolo alla crescita dei margini di profitto del gruppo telecom è la presenza dello Stato non solo nel suo capitale sociale, ma anche in quello dei suoi principali competitor quali China Unicom e China Telecom. Il Governo, in Cina, non assolve soltanto alla funzione di regolatore del settore, ma ha l’interesse di ripartire il mercato nella maniera più equa possibile e dunque di evitare che China Mobile estenda ancora di più la sua quota”, dice Dan Baker analista azionario di Morningstar. “Nel breve periodo i conti dell’azienda risentiranno del provvedimento governativo relativo alla riduzione dei costi di roaming e di navigazione su Internet e ai nuovi investimenti nella rete 5G, ma a partire dal 2023, quando la parte più consistente della spesa in conto capitale sarà esaurita, ci aspettiamo che i livelli di profittabilità ritornino a salire. In base a queste ipotesi stimiamo un fair value pari a 97 dollari di Hong Kong” (report aggiornato al 24 aprile 2019).

 

Clicca qui per accedere alla raccolta degli articoli su idee di investimento azionarie e mercati

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar