Videogame, i profitti viaggiano sulla nuvola

Il settore dei giochi elettronici è destinato a trasformarsi e a crescere grazie allo sviluppo del cloud e alla nascita di sport virtuali trasmessi in televisione.

Marco Caprotti 26/03/2019 | 11:57

I videogame sono un gioco serio. Tanto che anche Google ha deciso di essere della partita e ha appena annunciato il lancio di nuovo servizio di gaming in streaming, chiamato Stadia, che permetterà agli utenti di giocare attraverso il cloud di Mountain View, il browser Chrome e da YouTube con videogame di alta qualità senza la necessità di dover acquistare console o computer. “E’ ancora presto per capire come l’operazione di Google cambierà il settore dei videogiochi”, spiega Kazunori Ito, analista di Morningstar. “Ci sono ancora da sistemare dei dettagli tecnici che, per il momento, rendono la fruizione dei game interessante solo per giocatori occasionali. In ogni caso dovremo osservare attentamente come l’industria cambierà nei prossimi anni, come i problemi tecnici saranno risolti anche con la diffusione del 5G e come Google sarà in grado di introdurre nuovi modelli di business nel settore”.

Verso gli e-sport
L’operazione del motore di ricerca è solo l’ultimo tassello, in ordine di tempo, di un processo di trasformazione che sta attarversando il mondo dei video giochi. A maggio dell’anno scorso il colosso dei videogame EA ha acquistato la tecnologia cloud per i game di GameFly. Questi fenomeni di trasformazione hanno portato alla nascita dei cosiddetti e-sport, tornei professionistici di videogiochi che stanno attraendo sempre più audience. Tanto da spingere gli organizzatori a siglare accordi con i grandi brodcaster per trasmettere le gare in televisione. Questo segmento dell’industria di videogame, secondo la societa di ricerca Newzoo, nel 2020 varrà circa 1,4 miliardi di dollari contro i 463 milioni del 2016.

Gli sforzi per far crescere i profitti attraverso il convolgimento di un’audience sempre più vasta stanno già dando frutti. Secondo uno studio della società di consulenza Pricewaterhousecooper il mercato dei videogame e degli esport, insieme, vale circa 106 miliardi di dollari ed è prevista una sua crescita del 7% all’anno nei prossimi cinque anni.

Crescita videogame e e-sport
videogame

La crescente popolarità dei videogame che si possono giocare sui telefonini, la maggiore velocità dei collegamenti via Internet, i rapidi miglioramenti nella realtà virtuale e nella tecnologia della grafica, secondo gli esperti porteranno nuovi spettatori nell’arena degli sporti virtuali competitivi con vantaggi per le società che per prime si sono mosse in questo campo.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Alphabet Inc A1.241,47 USD0,11
Electronic Arts Inc93,12 USD1,27

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar