Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

Milano rivede il segno più

Listini di Borsa Italiana in recupero dopo le pesanti vendite registrate ad agosto. A trainare i rialzi sono gli acquisti sui finanziari. Bancari, utility e industriali i comparti con le valutazioni migliori.  

Francesco Lavecchia 27/09/2018 | 11:51

Piazza Affari si mette alle spalle i timori estivi e torna a crescere. Dopo le perdite accusate nel mese di agosto, quando l’indice Morningstar Italy aveva registrato un passivo di quasi 9 punti percentuali, i listini milanesi si apprestano a chiudere il mese di settembre con un rialzo attorno al 7% (al 26 settembre 2018, in euro).

 

Performance dell'indice Morningstar Italy (YTD)

Fonte: Morningstar Direct, dati al 26/09/2018 in euro

 

I finanziari spingno i listini 
La performance del mercato italiano è stata trainata dal rimbalzo dei titoli finanziari (+13%) che, messi da parte, per ora, i timori legati a un possibile contagio della crisi turca sui propri bilanci, hanno provato a recuperare il terreno perso. Il contributo maggiore è arrivato dai principali gruppi bancari come Unicredit e Intesa Sanpaolo (rispettivamente +13,7% e 14,3%) e da Assicurazioni Generali che ha guadagnato l’8,2%.

Molto buono anche l’andamento di utility ed energetici, due comparti che hanno un elevato peso specifico sugli indici di Borsa Italiana. I primi sono saliti del 6,4%, recuperando solo in parte il passivo dell’8,5% fatto registrare ad agosto. Il loro risultato è riconducibile in gran parte al balzo di Enel (+8,2%), data la sua importanza in termini di capitalizzazione di mercato, ma complessivamente i dati indicano guadagni interessanti, come il 7,6% registrato da ACEA e il 6,7% di Snam.

Nel settore energia (+5,7%), invece, il tonfo di Saras (-14%) è stato più che compensato dai generosi rialzi di Eni e Saipem (rispettivamente +6,5% e +14,3%).

Importanti segni di ripresa arrivano anche dagli industriali. Ad agosto il comparto aveva ceduto oltre l’11%, appesantito dal sell-off su Atlantia (-30%) a seguito del crollo del ponte Morandi, mentre da inizio mese ha guadagnato circa il 4% grazie alle buone performance di Leonardo e Fincantieri (rispettivamente +11,9% e +14%). E anche la stessa Atlantia ha fermato l’emorragia di vendite salendo del 2,4%. A deludere sono i settori tecnologia e beni di consumo difensivi, che al momento lasciano sul terreno rispettivamente il 2,5% e l’1%, mentre telefonici e immobiliari restano sostanzialmente invariati.

Telecom Italia scontata del 40%
I guadagni accumulati nelle ultime settimane hanno fatto salire le valutazioni del mercato italiano portandole in linea con il fair value degli analisti (P/FV medio pari a 1). Nonostante i recenti recuperi in Borsa, utility, finanziari ed industriali sono scambiati a tassi di sconto compresi tra il 5% e il 10%. Assicurazioni Generali e Leonardo sono i titoli più convenienti nei settori finanza e beni industriali grazie a un P/FV pari a 0,9.  Enel, tra le utility, è scontato del 20%. Le azioni maggiormente sottovalutate dal mercato, comunque, restano quelle di Telecom Italia, prezzate a valori di oltre il 40% inferiori al fair value stimato dagli analisti.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar