Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

L’ottimismo dei titoli di qualità

L’analisi degli indici Morningstar delle azioni che hanno un vantaggio competitivo in Europa e in Usa mostra che gli investitori stanno puntando sui nomi che approfittano del miglioramento macroeconomico. Deboli i difensivi. 

Marco Caprotti 28/11/2017 | 15:20

Industriali e servizi finanziari in Europa; ancora financial service, ma beni di consumo ciclici negli Stati Uniti. E’ questa la fotografia relativa agli andamenti dei settori migliori (e peggiori) dell’ultimo anno (fino al 31 ottobre 2017) all’interno degli indici Morningstar dedicati ai titoli con l’Economic moat più ampio nelle due macro regioni. Lo studio della performance attribution è stato realizzato con la piattaforma di analisi Direct.

meg

 

megli

Il paniere Morningstar DM Europe Moat Focus PR (in euro) in 12 mesi ha guadagnato quasi l'11%. 

Indice Morningstar Moat Europe

indicemoateurope
 

Dati in euro aggiornati al 27/11/2017
Fonte: Morningstar Direct

Quello dedicato agli Stati Uniti, nello stesso periodo ha segnato (in dollari) + 16,3%.

Indice Morningstar Moat Usa

moatusa

Dati in dollari aggiornati al 27/11/2017
Fonte: Morningstar Direct

Per quanto riguarda il Vecchio continente, il paniere di riferimento ha potuto contare anche sulla spinta arrivata dall’healthcare e dai beni di consumo (sia ciclici che difensivi). Dall’altra parte dell’Atlantico una mano in più l’hanno data i tecnologici e gli industriali.

“I dati macroeconomici positivi arrivano un po’da tutte le regioni e da tutti gli indicatori”, spiega Mark Preskett, Portfolio manager di Morningstar Investment Management. “La crescita economica e i risultati si stanno rinforzando, soprattutto in Europa e negli Stati Uniti. Nel frattempo i profitti aziendali migliorano e la disoccupazione tende al ribasso”.

Difensivi giù
La situazione di ottimismo è evidenziata dalla fase di debolezza che stanno registrando i settori più tipicamente da protezione: in Europa le utility e telecomunicazioni mentre, negli Stati Uniti, i beni di consumo difensivi.

peggiosettori

peg

 

Andando nel dettaglio dei singoli titoli, l’Europa ha potuto contare sul peso e sulla performance nel benchmark di titoli come Safran e Airbus.

meglioeuropa

peggiori

Per quanto riguarda gli Stati Uniti il traino è stato dato da Polaris Industries e Guidewire Software.


migliriusa


peggiousa

 

 

 


L'analisi è stata realizzata con la piattaforma per professionisti finanziari, Morningstar Direct. Clicca qui per saperne di più sulle sue funzionalità.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo
Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Airbus SE109,53 USD0,02-
Guidewire Software Inc75,64 USD0,25
Polaris Industries Inc130,97 USD2,40
Safran SA110,00 USD-0,45-
Info autore Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.