Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

La crescita globale fa bene agli industriali

Il segmento dei macchinari agricoli può contare sulla ripresa delle coltivazioni. L’auto corre in Europa e aspetta lo sprint degli Usa. La componentistica, intanto, si consolida. 

Marco Caprotti 14/11/2017 | 12:25

Dieci anni dopo la crisi finanziaria, l’economia globale continua a registrare una crescita solida accompagnata da scarsa inflazione. Una situazione che, secondo gli analisti di Morningstar, potrebbe fare bene ai titoli del comparto industriale. “I segnali che arrivano dai diversi indicatori macroeconomici di Stati Uniti, Cina ed Europa dicono che l’attività è in crescita”, spiega Nick Mokha, analista di Morningstar. “Per questo siamo ottimisti sulle opportunità di apprezzamento della maggior parte dei titoli che copriamo, soprattutto nei segmenti dei macchinari agricoli, delle automobili e della componentistica per gli impianti”.

Macchinari agricoli
Negli ultimi anni c’è stato un calo nelle valutazioni dei prodotti coltivati che ha reso particolarmente complicata la situazione per i produttori di macchinari agricoli. “Tuttavia, negli ultimi nove mesi c’è stato un miglioramento”, spiega l’analista. “I dati sulle esportazioni che arrivano dall’America latina e dalla regione del Mar Nero mostrano che queste aree stanno vedendo una produzione agricola record nonostante una situazione politica instabile”. A questo si aggiungono le previsioni del Dipartimento Usa per l’agricoltura che parlano di un aumento del 2,3% dei valori immobiliari delle fattorie. “In una situazione del genere è facile prevedere un incremento della richiesta di macchinari per far fronte alla crescita della produzione”. Nel conto devono entrare anche fattori come la maggior domanda di cibo per l’alimentazione che di solito si accompagna a fasi di espansione economica globale e che si fa sentire, soprattutto, nei paesi emergenti.

Auto
“La tendenza che vediamo nell’universo di società che copriamo ci indica una solida crescita a livello mondiale nel settore dell’auto”, spiega Mokha. “I risultati migliori dovrebbero arrivare dall’Europa. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, invece, molto dipenderà dalla velocità con cui alcuni stati riusciranno a riprendersi dalle conseguenze degli uragani che li hanno devastati. Una volta tornati alla normalità, comunque, dovrebbe esserci un incremento delle vendite”. I dati raccolti da Morningstar a livello globale indicano un aumento della richiesta per i SUV e per i modelli ibridi ed elettrici.

Componentistica per impianti
“Ci sono alcuni elementi che negli ultimi mesi hanno accomunato segmenti come quello dei distributori di gas per uso industriale, quello delle pompe e valvole e della fornitura di personale qualificato nell’installazione dei componenti”, dice l’analista. “Il miglioramento dei bilanci è stato lento, ma costante. I margini crescono e una maggiore efficienza ha portato a flussi di cassa più ricchi”. La domanda per i servizi al settore costruzione e per l’ingegneristica langue, visto che i clienti preferiscono rimandare i grandi investimenti. “In questo scenario le aziende hanno scelto la strada del consolidamento attraverso fusioni e acquisizioni”, spiega l’analista. “Questo trend potrebbe continuare”. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.