Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

38 nuovi Etp nel terzo trimestre dell’anno

Tra luglio e settembre sono stati lanciati 38 nuovi replicanti in Europa, di cui sette quotati anche a Milano.Le emissioni azionarie dominano la scena. Molti i nuovi fondi “strategici”.

Valerio Baselli 30/10/2017 | 09:53

Sostenuta dall’ottima raccolta dei primi tre trimestri dell’anno (flussi netti pari a 74,5 miliardi di euro in entrata e un patrimonio di 633 miliardi a fine settembre), l’industria europea degli Exchange traded product (Etp) non è stata a guardare per quanto riguarda l’offerta di nuovi prodotti.

Raccolta netta degli Etp quotati in Europa da inizio anno per asset class

Dati in euro al 30 settembre 2017
Fonte: Morningstar Direct

Secondo i dati Morningstar, infatti, nel periodo da luglio a settembre sono stati quotati in Europa 38 nuovi Etp, di cui sette anche su Borsa Italiana. Da inizio anno, i lanci ammontano a 103. La tabella in fondo mostra i primi dieci replicanti per patrimonio gestito tra quelli lanciati nel terzo trimestre.

I fondi che replicano indici azionari dominano i lanci, con 22 nuovi strumenti e una distribuzione piuttosto eterogenea dal punto di vista geografico, seppur limitata ai mercati sviluppati (in particolare Usa, Europa, Giappone e Italia) e qualitativo, con ben 10 replicanti “strategic beta” (con una netta predominanza di prodotti orientati al rendimento, i quali si basano su strategie che selezionano i titoli a seconda dei dividendi, della qualità o del valore). In un solo caso troviamo un fondo che si dichiara “socialmente responsabile”.

Il trimestre ha visto anche il lancio di sette Etp obbligazionari, che spaziano dai titoli di Stato italiani a breve termine, ai corporate bond in dollari, fino ai titoli ad alto rendimento europei.

Ci sono stati inoltre tre lanci dedicati alle materie prime, in tutti i casi si tratta di un indice diversificato di commodity. Il trimestre ha visto tre nuovi replicanti alternativi, due di strutturati (a leva e short) e uno che investe sul mercato valutario.

Dal lato degli emittenti, invece, il più attivo è stato Lyxor, con sei nuovi prodotti lanciati, seguito da Franklin Templeton e BNP Paribas con quattro nuove offerte. iShares, Xtrackers, BMO e Handelsbanken hanno lanciato tre nuovi fondi nel trimestre. Seguono poi UBS, VanEck, ETF Securities con due lanci e Amundi e Source con un nuovo prodotto ciascuno.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar in Francia e Italia.