Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

Reddito fisso e bilanciati, i preferiti in Europa

MORNINGSTAR ASSET FLOW. REPORT. A maggio, i fondi a lungo termine hanno raccolto 51,5 miliardi. Poco popolari gli azionari, soprattutto su Wall Street. Pimco fa il pieno grazie al Gis Income.

Sara Silano e Ali Masarwah 07/07/2017 | 14:45

E’ di quasi 26 miliardi di euro la raccolta netta dei fondi obbligazionari europei a maggio, in aumento rispetto ad aprile, grazie ai comparti flessibili, a quelli sui mercati emergenti e sugli high yield. In assoluto, sono stati la classe di attività più popolare, seguiti dai bilanciati, che con un +16,3 miliardi netti hanno toccato il livello più alto da maggio 2015.

Gli azionari, invece, hanno subito un ridimensionamento della crescita, passando dai 6 miliardi di aprile a poco più di 4 miliardi, che si sono quasi interamente diretti verso i fondi attivi. Il dato è inferiore a quello degli Exchange traded fund (non inclusi nelle statistiche), i quali hanno segnato +7,2 miliardi.

Flussi netti per macro-categorie Morningstar a maggio 2017

Flussi netti per macro-categorie Morningstar

Sorpresa convertibili
Nel complesso, i fondi a lungo termine hanno registrato flussi netti per 51,5 miliardi a maggio, in aumento dai 47 di aprile. Un significativo contributo è arrivato anche dagli obbligazionari convertibili (+850 milioni), per i quali c’è stato un forte incremento di popolarità (ad aprile avevano raccolto meno di 190 milioni). E’ rimasto alto l’interesse per gli alternativi, anche se leggermente inferiore alla media dei primi cinque mesi dell’anno. In particolare, le strategie global macro hanno continuato ad attrarre elevati flussi a differenza dei multi-strategy e i long/short debt.

I protagonisti del reddito fisso
L’analisi delle singole categorie Morningstar rivela due trend di rilievo. Il primo è l’assenza di tipologie azionarie nella top 10 per flussi netti a maggio. La classifica, infatti, è dominata dagli obbligazionari e dai bilanciati. Il secondo è il ruolo determinante di alcuni fondi, come ad esempio Pimco Gis Income, che con sottoscrizioni nette pari a 3,7 miliardi rappresenta la quasi totalità della raccolta degli Obbligazionari flessibili globali Usd-hedged. Altri casi simili si sono registrati tra il reddito fisso emergente, sia in valuta forte che locale, dove i protagonisti, tra le società presenti anche in Italia, sono stati BlackRock, Franklin Templeton, Gam e Neuberger Berman.

Nelle categorie bilanciate, i principali attori sono stati i comparti cosiddetti blockbuster di alcune case di investimento indipendenti come Invesco e M&G e quelli delle società di gestione che fanno capo a grandi gruppi bancari, tra cui Eurizon Capital. Per quanto riguarda queste ultime, nella maggior parte dei casi si tratta di fondi conformi alla normativa sui Pir.

Categorie Morningstar con i più alti flussi netti a maggio 2017
Categorie Morningstar con i più alti flussi netti a maggio 2017

Azionari a due facce
Gli azionari più popolari tra gli investitori sono stati quelli specializzati sulle Borse globali ed europee (escluso il Regno Uniti), che hanno ottenuto flussi netti per 1,7 e 1,6 miliardi rispettivamente. Sul fronte opposto ci sono i prodotti con focus su Wall Street: i large cap blend hanno segnato -1,7; i value -1,1 miliardi.

Categorie Morningstar con i più alti deflussi netti a maggio 2017
Categorie Morningstar con i più alti deflussi Morningstar

Chi sale e chi scende
Tra le case di gestione, Pimco continua ad essere protagonista della raccolta, grazie soprattutto al comparto Gis Income, che dall’inizio dell’anno ha rappresentato il 70% dei flussi totali della sua gamma europea. Al secondo posto, si posiziona Amundi, che ha beneficiato della domanda di fondi obbligazionari a ultra-breve termine, di bilanciati moderati in dollari e di prodotti sul debito emergente. Terza è BlackRock, che ha tratto vantaggio dalla domanda di strategie indicizzate.

Principali società di gestione europee con i più alti flussi netti a maggio 2017
Flussi netti SGR europee a magigo 2017

Sul fronte opposto, Kbc è la società con i più alti deflussi netti a maggio, causati dall’uscita dai comparti azionari e protetti. Segue Lyxor (per la gamma fondi e non Etf), che ha sofferto soprattutto sui fondi equity Francia e garantiti. Terza è Fideuram (gruppo Intesa Sanpaolo), penalizzata dai riscatti subiti dai suoi prodotti obbligazionari in euro.

Principali società di gestione europee con i più alti deflussi netti a maggio 2017
SGR europee con i più alti deflussi netti

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo
Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
PIMCO GIS Income R Inc USD10,40 USD-0,29-
Info autore

Sara Silano e Ali Masarwah  Sono responsabili editoriali di Morningstar rispettivamente in Italia e Germania.