Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

VIDEO: Gli emergenti su cui puntare

Per James Syme, gestore di JO Hambro, in questo momento i mercati in via di sviluppo più interessanti sono l’India e la Sud Corea. Ecco perché.

Emma Wall 18/05/2017 | 09:33

 

Emma Wall: Buongiorno e benvenuti. Sono Emma Wall e oggi mi trovo con James Syme, gestore di JO Hambro, per parlare di mercati emergenti. Buongiorno James.

James Syme: Buongiorno.

Wall: Come investitori ci viene spesso spiegato che l'economia e i mercati azionari non sono la stessa cosa che non sono correlati. Ma so che la vostra filosofia d'investimento prende in forte considerazione l'approccio top-down. Perché ciò che succede a livello macroeconomico influenza ciò che succede a livello aziendale?

Syme: I mercati emergenti sono diversi dai mercati sviluppati in quanto esiste un effetto paese molto più forte. Ciò è dovuto in parte al fatto che nei mercati emergenti la differenza tra paesi è molto più profonda rispetto ai mercati sviluppati.

Mentre la Francia è diversa dal Giappone che a sua volta è diverso dal Canada, complessivamente in termini di demografia, tassi di crescita o tassi di inflazione, non sono così diversi. Mentre tra i mercati emergenti troviamo potenze delle materie prime come il Brasile o la Russia fino alle economie high-tech come la Corea e Taiwan.

Inoltre, la situazione in termini di sistemi politici e dei risultati politici è molto più diversificata nei mercati emergenti. Dunque, il diverso rischio politico è anche un grande driver. Quindi, nei mercati emergenti c'è un forte effetto top-down che non si vede nei mercati sviluppati.

Wall: Penso sia molto importante sottolineare che i mercati emergenti sono eterogenei perché molte persone tendono semplicemente a chiedersi se convenga investire o no nei mercati emergenti, mentre la questione è molto più complessa e diversificata. Prendendo questo in considerazione dove trovate le migliori opportunità ora nei mercati emergenti?

Syme: I nostri due mercati preferiti attuali sono piuttosto diversi. Uno è l'India, che è un paese molto concentrato sul mercato domestico. Non è particolarmente esposto al ciclo commerciale globale o ai prezzi delle materie prime. L'economia ha subito un periodo di contrazione e successiva ripresa dopo il grande boom negli anni 2000.

Ora vediamo da un punto di vista ciclico l’inizio di una ripresa. Inoltre, abbiamo sotto l'amministrazione di Modi il governo più riformatore nei mercati emergenti e in realtà una delle storie riformiste più positive che abbia mai visto nei paesi emergenti. L'India ha un grande potenziale che è stato in parte bloccato da molte questioni riguardanti l'inefficienza e la governance e sembra davvero che su questi due punti la situazione stia migliorando. Quindi, sia in termini di opportunità di tendenza a lungo termine che anche nel ciclo più a breve termine, pensiamo che l'India sia in una posizione fantastica.

L'altro mercato è la Corea del Sud, che è ovviamente un peso massimo dei settori industriale e tecnologico del mondo emergente. La Corea del Sud privilegia particolarmente lo sviluppo delle tecnologie. È uno dei maggiori produttori mondiali di semiconduttori e chip di memoria. Ovviamente, col gruppo Samsung. E da un punto di vista ciclico, sembra ben posizionata per questo esteso ciclo tecnologico che vediamo visto nell'economia mondiale.

Inoltre, mentre le azioni della Corea del Sud presentavano precedentemente delle preoccupazioni in termini di governance, c'è stata molta pressione sociale e politica sulle grandi aziende del paese, in particolare sul gruppo Samsung e sul gruppo Hyundai, per attuare delle riforme. E questo è davvero in corso. Abbiamo visto da un punto di vista bottom-up, ad esempio, nei grandi acquisti di azioni proprie da parte di Samsung Electronics, una nuova politica di dividendi che mira a restituire il capitale agli azionisti.

E poi da un punto di vista politico, abbiamo appena avuto un'elezione che ha incoronato un nuovo presidente che ha fatto della riforma della corporate governance una delle sue principali politiche. Quindi, in Corea del Sud, sia per le opportunità del ciclo tecnologico che per le grandi rivoluzioni di governo delle imprese, penso che la Corea del Sud sia l'altro mercato. E in un certo senso, ciò che i due mercati hanno in comune è una grande prospettiva economica combinata con la governance e con i miglioramenti politici.

Wall: Grazie James.

Syme: Grazie.

Wall: Per Morningstar, sono Emma Wall, grazie per l’attenzione.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Emma Wall

Emma Wall  è Editor di Morningstar.co.uk

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar