Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

Niente panico dopo Brexit

Le Borse mondiali sono in forte calo; tuttavia gli investitori devono mantenere la calma. Emozioni e speculazione non fanno bene al portafoglio.

Sara Silano 24/06/2016 | 15:47

I mercati azionari hanno reagito male alla vittoria del “sì” nel referendum inglese per l’uscita dall’Unione europea. Il Ftse/Mib registra a metà giornata perdite intorno al 10% e sono in forte ribasso tutte le piazze finanziarie del Vecchio continente (l’Eurostoxx è in calo di oltre l’8%). Ha aperto in rosso anche Wall Street. I titoli bancari ed assicurativi sono i più penalizzati e gli investitori corrono verso le obbligazioni governative tedesche e americane, considerate, insieme all’oro e ad alcune valute un bene rifugio, mentre la sterlina ha toccato i minimi dal 1985.

Cosa fare
Gli investitori, che non hanno un approccio mordi-e-fuggi, tuttavia, devono stare tranquilli ed evitare di farsi sopraffare dall’emotività. “Niente panico”, dice Dan Kemp, responsabile degli investimenti EMEA di Morningstar Investment Management (MIM). “Gli investitori devono domandarsi: cosa realmente significhi e come affrontare la situazione. Il primo interrogativo è molto più sfidante del secondo, in quanto gli scenari possibili sono veramente tanti. Il vero pericolo è che si agisca d’impulso e con troppa sicurezza in se stessi. Rispondere al secondo quesito, però, è più semplice: gli investitori devono ricercare le opportunità che si creeranno, lasciando ai trader e agli esperti i movimenti di breve”.

E’ possibile che i prossimi giorni siano dominati dalla volatilità, ma sarebbe un errore abbandonare i propri piani di investimento e gli obiettivi per i quali sono stati costruiti, con l'unico scopo di inseguire i mercati. Il rischio è di vendere ai minimi per poi riacquistare ai massimi, con conseguenti perdite. Per gli investitori di lungo periodo è importante mantenere un approccio prospettico, ricordando che la volatilità è intrinseca al funzionamento dei mercati.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar