In Borsa vincono i venditori

Europa debole. Pesano i risultati al di sotto delle attese di alcune banche oltre alla frenata della Cina e delle commodity. A Milano (-2,46%) giù gli istituti di credito. Debole Tenaris. Frena l’auto. Wall Street in calo. 

Marco Caprotti 03/05/2016 | 17:43

Borse europee deboli, in una giornata caratterizzata dalle vendite. I risultati deludenti di grandi banche come Commerzbank in Germania, la flessione del greggio e di alcune materie prime, sulla scia del calo dell'indice manifatturiero cinese e l'euro in recupero sul dollaro sono tutti fattori che hanno messo sotto pressione i listini.

A Milano (-2,46%), in una seduta di vendite generalizzate su tutti i comparti, protagoniste in negativo sono state soprattutto le banche, ancora una volta alla luce del fallimento della quotazione della Popolare di Vicenza. Tenaris ha risentito dell'arretramento del greggio e del calo delle materie prime su cui è esposta a livello internazionale. I dati sull’auto positivi in Italia e in Europa non hanno aiutato il comparto delle quattroruote. Debutto boom di Technogym.

New York negativa
Wall Street viaggia in ribasso. Tra gli investitori ritornano le preoccupazioni per l'andamento dell'economia cinese e il suo effetto su quella mondiale. A ciò si aggiunge l'avvertimento arrivato dal Fondo monetario internazionale: in una conferenza stampa dedicata all'outlook della regione Asia-Pacifico, l'istituto di Washington ha messo in guardia su un riequilibrio dell'economia del colosso emergente definito “non proprio facile”. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar