Borse condizionate dalle Banche centrali

Europa nervosa. Pesano le incertezze in attesa delle decisioni di Fed e BoJ. Milano (+1,45%) trova lo slancio grazie agli acquisti sugli istituti di credito. A Wall Street, il Dow si indebolisce e torna sotto i 18mila punti. 

Marco Caprotti 26/04/2016 | 17:42

Seduta contrastata per le Borse europee. Gli investitori sono in attesa delle indicazioni che arriveranno nei prossimi giorni dalle Banche centrali di Usa e Giappone.

Piazza Affari (+1,45%), in particolare, è stata spinta in alto dai titoli delle banche, che invece ieri avevano subito la pressione delle vendite, dopo l'allarme lanciato da Moody’s che teme i rischi che comporterà la partecipazione degli istituti al fondo Atlante. Telecom sale in attesa di novità sugli scenari che si aprono dopo che il gruppo francese Vivendi, il primo azionista della compagnia, è entrato nel capitale di Mediaset. Fuori dal paniere principale, è Rcs in progresso in attesa di novità sull'Ops lanciata da Cairo.

New York giù
Wall Street viaggia in negativo. Il Dow Jones torna così sotto i 18mila punti, soglia psicologica persa ieri e conquistata la settimana scorsa per la prima volta dal luglio 2015. Per una volta, non è il settore energetico né quello delle materie prime a fare da freno. A pesare sono sanità e tecnologia. Tra gli investitori è tornato un po' di nervosismo in vista del termine della riunione della Federal Reserve. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar