Borse, l’auto tira il freno

Europa negativa. Pesano le nuove inchieste sulle emissioni di alcuni produttori della regione. In calo anche commodity ed energy. A Milano (-0,25%) provano a resistere le banche. Giù il lusso. Wall Street prudente in attesa di Fed e BoJ. 

Marco Caprotti 22/04/2016 | 17:42

Seduta negativa per le Borse europee. Il settore auto è finito nel mirino degli investitori dopo le notizie sulle inchieste sulle emissioni che riguardano Daimler e Peugeot. Giù anche le materie prime e gli energetici.

Milano (-0,25%) ha provato a resistere grazie agli acquisti su alcuni bancari. Pesanti i titoli del lusso che risentono dei dati deludenti di Kering. In frenata Fca. Fuori dal listino principale balza Premuda dopo aver annunciato che Pillarstone Italy rileverà il debito contratto dalla società con le banche.

New York prudente
Wall
Street viaggia poco mossa nel giorno di una pioggia di trimestrali. Quelle di Alphabet e Microsoft, arrivate ieri a mercati chiusi, hanno deluso. Dal fronte macroeconomico è arrivata la notizia che l'attività manifatturiera americana ha rallentato il passo in aprile. La stima flash dell'indice redatto da Markit, si è attestata a 50,8 punti, in ribasso dai 51,5 del mese precedente. Gli analisti attendevano una lettura pari a 52 punti. È il risultato più basso da settembre 2009. Ma il focus degli investitori è sulle riunioni della settimana prossima della Federal Reserve e della Bank of Japan.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar