Le Borse parlano ancora di petrolio

Europa negativa. Pesa il nuovo calo del barile. A Milano i fari restano sulle banche che si muovono in maniera nervosa. Asia incolore. A Wall Street scende solo il Nasdaq. 

Marco Caprotti 20/04/2016 | 09:48

Avvio in calo per le Borse europee con il petrolio in netta discesa dopo lo stop degli scioperi in Kuwait e il calo della Borsa di Shanghai.

A Piazza Affari occhi sempre puntati sul settore bancario, che in avvio appare contrastato. Ieri le banche sono state indebolite dallo slittamento del decreto del Governo sulle procedure fallimentari per accelerare il recupero dei crediti. Il mercato guarda anche all'aumento di capitale della Popolare Vicenza che avverrà a un prezzo per azione tra 0,1 e 3 euro e i cui tempi potrebbero allungarsi dopo la richiesta della Consob di integrazione al prospetto. In rialzo Unicredit e Ubi Banca. Bene anche Mps e Mediobanca. Segno meno per Bpm e la promessa sposa Banco Popolare.

Asia senza direzione, New York contrastata
Seduta incolore per l’Asia che ha cercato di non farsi condizionare dall’umore di New York. La giornata di ieri a Wall Street è finita in modo contrastato: se il Dow Jones e l'S&P 500 hanno chiuso su nuovi massimi del 2016 mantenendo soglie psicologiche importanti, il Nasdaq ha perso quota. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar